Progetto Safety car: intervento di prevenzione degli incidenti stradali nel nord est

Progetto Safety car: intervento di prevenzione degli incidenti stradali nel nord est

Il progetto Safety car, ideato e realizzato dalla Cooperativa Sociale Folias e finanziato da Autostrade per l’Italia, mira a prevenire, attraverso un intervento di un anno, l’incidentalità stradale causata dalla guida in stato di alterazione dovuta all’uso di alcol e droghe tra i giovani di fascia 18-29 anni, residenti nel territorio a nord est della Capitale, a ridosso dell’area della Diramazione Nord dell’Autostrada A1 – Casello Castelnuovo di porto – Monterotondo.

Il contesto di intervento va dal mondo della scuola (istituti scolastici e scuole guida) a quello dei luoghi di incontro e del divertimento come locali, eventi musicali, festival, sagre.
Attraverso l’intervento proposto, l’equipe di operatori entra in contatto con i giovani del territorio per promuovere la cultura della prevenzione nei due ambiti indicati:

Il mondo della scuola: Nell’arco dei 12 mesi d’intervento, sono previste attività di sensibilizzazione e prevenzione in 5 Istituti scolastici superiori, nei Centri di Aggregazione Giovanile e nelle Autoscuole del territorio interessato, coinvolgendo circa 500 studenti
Il mondo del divertimento: Attraverso un’unità mobile presso locali, eventi musicali, festival, e sagre del territorio si effettueranno interventi di riduzione dei rischi: distribuzione di materiali informativi, somministrazione etilometro, stimolo all’individuazione di un guidatore sobrio nel gruppo di amici, counselling individualizzati per stimolare il problem solving nel dissuadere la guida in stato di ebbrezza. Si stima di contattare circa 500 giovani.

L’obiettivo unitario è attivare nei giovani fattori protettivi in grado di prevenire i comportamenti a rischio, e di conseguenza ridurre gli incidenti stradali causati dalla guida in stato di alterazione psicofisica.

Attività previste sino ad Aprile 2018

1. Giornata di presentazione delle attività del progetto, presso il Centro di Aggregazione Giovanile Il Cantiere di Monterotondo, rivolta agli utenti e gli operatori del Centro, a cui parteciperà anche il comitato etico di Autostrade Per l’Italia. La giornata di sensibilizzazione, che prevede anche simulata/focus group sulle tematiche della guida sicura e dell’utilizzo delle sostanze stupefacenti coinvolgerà attivamente tutti i partecipanti, con l’obiettivo di rendere immediato il senso del lavoro che il progetto sta portando avanti sul territorio, sperimentandolo in prima persona.

2. Nell’ambito della programmazione dell’alternanza scuola-lavoro si realizzeranno interventi di empowerment delle abilità di riconoscimento e consapevolezza dei rischi presenti nei comportamenti collegati all’assunzione di sostanze stupefacenti, che coinvolgeranno le classi quinte del Liceo Statale “Gaio Valerio Catullo” di Monterotondo, e altre classi degli istituti scolastici del territorio. Attraverso un percorso strutturato e modulare, i partecipanti al laboratorio acquisiranno competenze in materia di prevenzione e riduzione dei rischi sanitari associati all’assunzione di sostanze stupefacenti e acquisiranno abilità specifiche nell’ambito della
comunicazione sociale orientata alla diffusione di messaggi riguardanti, in particolar modo, la guida e l’utilizzo di sostanze stupefacenti.

3. Insieme alle classi del Liceo Catullo, si realizzerà inoltre un cortometraggio sulle tematiche della guida sicura, dove i partecipanti saranno parte attiva nelle fasi di ideazione, elaborazione e promozione dello stesso nelle scuole e nei centri di aggregazione del territorio. Le attività di elaborazione del corto da parte dei ragazzi si svolgeranno sia al Centro di Aggregazione Giovanile “Il Cantiere”, sia all’interno degli spazi messi a disposizione dagli istituti scolastici.

4. Proseguono gli incontri di prevenzione e riduzione dei rischi nelle autoscuole del territorio che accompagneranno tutta la durata del progetto, per sensibilizzare giovani in formazione rispetto alla guida sicura.

5. Un’ulteriore attività in continuità per l’intera durata del progetto consisterà nella realizzazione di interventi di Unità di Strada in tutto il distretto sanitario di Monterotondo: l’équipe offre un servizio di informazione e consulenza rivolto a persone che fanno uso di sostanze psicoattive illegali e legali o a chi mette in atto comportamenti a rischio dal punto di vista sanitario e sociale.

Loading...

Potrebbe interessarti anche...

  • Unicorno: storia di una creatura leggendaria
  • In tour a... Gaeta! Tra montagne, grotte, carceri e tielle!
  • Dai profondi abissi del mare... emerge il Kraken!
  • Alberto Sordi: Antonella Effe, "per me era solamente zio Alberto"
  • Drive In a Cinecittà: dal 3 luglio il cinema all'aperto
  • Johnny Depp sarà Johnny Puff nella web series "Puffins"
  • Eroi della pandemia: un'illustrazione in loro omaggio
  • Ashfall apre l’edizione digitale del Far East Film Festival
  • Indagine sui Giganti: esseri primordiali, incarnazione delle forze della natura
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #3
  • La Llorona, la cupa leggenda di “colei che piange”
  • Al via il bando gratuito per corti realizzati in quarantena per il Festival “A casa con Oberon Media”
  • L'artista e fumettista Christian Cordella firma la locandina di "Cobra non è", su Prime Video il 30 aprile
  • Visioninmusica "Live at home": protagonista è Pilar
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #2
  • "Cobra non è": esce su Amazon Prime il 30 aprile l'esordio alla regia di Mauro Russo
  • La spada tra storia, miti e leggende
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #1
  • Il documentario ”Messi – Storia di un campione”, diretto da Âlex de la lglesìa, da domenica 29 marzo nel catalogo di Amazon Prime

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION