I fiori più adatti per chiedere scusa

I fiori più adatti per chiedere scusa

Donare un fiore è un gesto dai mille significati, un omaggio gradito impossibile da rifiutare e adatto ad ogni occasione. Nella scelta della composizione floreale da regalare sono numerosi i fattori che entrano in gioco. Tra i più importanti è opportuno ricordare che i fiori hanno un proprio linguaggio simbolico segreto, pertanto è opportuno scegliere quello che più si addice a seconda della ricorrenza.

Spedire fiori a casa o consegnarli di persona è un modo per mettersi in gioco ed esprimere i propri sentimenti. Essi possono essere utilizzati anche come gesto simbolico per chiedere scusa, come presa di consapevolezza degli sbagli commessi e assunzione di responsabilità, con la promessa di non ripetere più lo stesso errore.

A seconda della gravità dello sbaglio commesso, i fiori possono possono assumere valori diversi e far percepire diverse intensità. La scelta del fiore più adatto per scusarsi deve così commisurarsi al contesto e cogliere appieno le diverse sfumature che il gesto assume.

La peonia, ad esempio, è simbolo di vergogna ed è il fiore più adatto per chiedere clemenza dopo aver commesso un gesto vile e meschino. Una situazione di dolore protratta nel tempo, di cui ci si sente colpevolmente responsabili deve invece essere espressa con accenti differenti. Il giglio bianco assume il significato di una pagina vuota, da cui ripartire scordando i dolori e le incertezze che hanno preceduto il momento del dono.

Attraverso la violetta, invece è possibile comunicare il più alto livello di pentimento, quello che si intreccia all’umiltà e alla resa, propria di chi si inchina senza appello alle rivendicazioni dell’altra parte, consapevole di essersi macchiato di uno sbaglio grave e che un rifiuto alla richiesta di perdono sarebbe, ad ogni modo, comprensibile e in alcun modo meritevole di disapprovazione.

Scusarsi con dei fiori è il primo passo utile verso la riconciliazione, a volte basta davvero poco per cambiare le cose. A tal proposito il linguaggio dei fiori vi aiuterà a comunicare tutto il vostro dispiacere e ad esprimere al meglio i vostri sentimenti.

Inserito da: WalterW
Sito Web: https://myfloraweb.it/

Potrebbe interessarti anche...

  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #1
  • Il documentario ”Messi – Storia di un campione”, diretto da Âlex de la lglesìa, da domenica 29 marzo nel catalogo di Amazon Prime
  • Immersi in atmosfere di altre epoche. Balli e feste a tema storico: le origini
  • "#ARTEPIDEMIA - L'Arte di stare a Casa": anche i protagonisti dei quadri più famosi restano a casa
  • Il serpente: simbolo ancestrale, protagonista di miti e culti, emblema di rinascita
  • Il fotografo Jacopo Brogioni aderisce all'appello #iorestoacasa e lancia la campagna #ioviaggiodacasa
  • Il cantautore romano Chiarulli in diretta sulle pagine social della scuola di musica MAB Music Academy
  • Martina Galletta su Rai Uno nei panni di Giulietta Masina in "Permette? Alberto Sordi" con Edoardo Pesce. Prima serata 24 marzo
  • “Venezuela, la maledizione del petrolio”, di Emiliano Sacchetti andrà in onda lunedì 30 marzo sul canale History
  • La Generazione Z e... le outfit battle!
  • Gallery. Presentato al The Bridge il Calendario 2020 Sugar Babies
  • L’Esercito dei Bruttini sbarca a Parma 2020 e presenta la nuova avventura... sulla Luna!
  • Calendario 2020 - Sugar Babies: scaricalo!
  • Pupi Avati presenta il libro “La Terra del Diavolo” e ripercorre la sua carriera tra ricordi e aneddoti
  • È morta a Roma Donatella Ceccarello, grande attrice per Strehel, Visconti, Squarzina
  • In prima visione assoluta domenica 22 dicembre su Rai Gulp il corto di animazione "Hanukkah - La festa delle luci"
  • Franco Nero a La Habana con il film "Havana Kyrie" di Paolo Consorti
  • Pupi Avati presenta “La Terra del Diavolo” sabato 21 dicembre alla Libreria Mondadori in Via Piave
  • Esce oggi "Pleiadi", il singolo che anticipa l’album di debutto di Sherol Dos Santos
  • La febbre di LUPIN III invade il Giappone tra cosplay e casi di emulazione
'; var riint = setInterval(function() {jQuery(window).trigger("resize");},100); setTimeout(function() {clearInterval(riint);},2500); }; }, beforeShow : function () { this.title = jQuery(this.element).attr('lgtitle'); if (this.title) { this.title=""; this.title = '
'+this.title+'
'; } }, afterShow : function() { }, openEffect : 'fade', closeEffect : 'fade', nextEffect : 'fade', prevEffect : 'fade', openSpeed : 'normal', closeSpeed : 'normal', nextSpeed : 'normal', prevSpeed : 'normal', helpers : { media : {}, title : { type:"" } } }); } catch (e) {} });

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION