TIVOLI:Consulta permanente sociosanitaria

Si e’ insediata ufficialmente, la Consulta permanente sociosanitaria, il nuovo organismo di partecipazione istituito dall’amministrazione comunale di Tivoli.
La cerimonia di insediamento, che prevede anche l’elezione del presidente della Consulta, si tiene oggi pomeriggio, alle ore 16:30, nella sala Ettore Roesler Franz (ex chiesa di San Michele), alla presenza tra gli altri del sindaco Marco Vincenzi, dell’assessore ai servizi sociali Jacopo Tognazzi e dell’assessore provinciale alle politiche sociali Claudio Cecchini.

Alla prima riunione della Consulta partecipera’ anche Tatiana Yuliet Isaza Girando, la cittadina colombiana ospite in questo giorni del Comune di Tivoli nell’ambito dell’iniziativa Adotta un Popolo, compresa nelle manifestazioni dell’Assemblea dell’Onu dei Popoli.
La ventunenne colombiana, rappresentante del Red Juvenil de Medellin, e’ arrivata a Tivoli l’11 settembre, subito dopo la Marcia per la Pace Perugina Assisi e si fermera’ fino al 15. Al suo arrivo e’ stata ricevuta dal sindaco Marco Vincenzi e dagli assessori Jacopo Tognazzi e Giuseppe Tripodi. In questi giorni ha visitato la citta’ e sta incontrando associazioni giovanili e gli studenti di Tivoli, tra cui la comunita’ Logout e gli alunni del liceo classico Amedeo di Savoia. Oggi inoltre la giovane avra’ l’opportunita’, nel corso della riunione della Consulta, di incontrare le organizzazioni locali dei servizi sociali.

Cos’e’ la Consulta permanente sociosanitaria
La Consulta permanente sociosanitaria e’ stata istituita lo scorso maggio dal Consiglio comunale di Tivoli. Ne fanno parte, oltre al Comune, tutte le associazioni e le organizzazioni di volontariato sociale e sanitario iscritte nel registro municipale, le organizzazioni sindacali, i comitati di quartiere, la Asl ecc.
Della Consulta fanno parte di diritto il sindaco, il direttore generale della Asl, il presidente della commissione servizi sociali del Comune, un rappresentante per ciascuna associazione o organismo.
Attraverso una costante funzione di stimolo, l’assemblea della Consulta cerchera’ di raggiungere diversi obiettivi:
– favorire la collaborazione tra iniziative pubbliche e quelle delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato;
– favorire la costituzione di un sistema informativo relativo ai bisogni sociosanitari emergenti;
– approfondire, esaminare e avanzare proposte e progetti, anche in relazione ai rapporti tra Comune, Asl e associazioni;
– esprimere orientamenti e indicazioni in merito alle politiche sociali del Comune e anche su come destinare i fondi dei servizi sociali.

La Consulta e’ articolata in quattro commissioni che si occupano di altrettanti argomenti: disabilita’; famiglia e disagio; minori; anziani.
La Consulta ha anche un presidente, che viene eletto dai membri dell’assemblea.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION