TIVOLI: “Operazione ciclamino”, i commercianti rifanno il trucco alla città


Al via la rivoluzione dei “ciclamini”, i commercianti del centro tiburtino sono scesi ancora una volta in campo per abbellire la città e strapparla dal grigiore. Sono stati infatti piantati fiori nei vasi all’ingresso di palazzo San Bernardino, un piccolo gesto, ma carico di significato. “Vogliamo rinnovare Tivoli e non potevamo farlo se prima non pensavamo a sistemare l’area antistante il municipio. Proprio per questo abbiamo dato il via all’Operazione Ciclamino dalla “casa” del Sindaco”, ha commentato Augusto Masotti, il coordinatore del progetto Tivoli Salvadanaio 2013.

“Tivoli è una bella signora, ma necessita di maggiori cure e di qualche attenzione – aggiunge Masotti – è necessario rifargli il “trucco”. Già abbellirla con dei fiori, e curare aiuole e vasi, è un inizio. Poi si penserà all’arredo urbano ed al decoro”.

I commercianti hanno già “adottato” alcune aiuole in piazza Santa Croce ed in via Aldo Moro, ma questi sono solo i primi, piccoli, passi di un progetto ben più ampio.

“Stiamo lavorando a diverse iniziative per rilanciare la città e per farla tornare a vivere – spiega
il coordinatore del progetto Tivoli Salvadanaio 2013 – ma prima di tutto dobbiamo pensare a renderla più accogliente. E’ inutile invogliare turisti e visitatori a venirci a trovare se poi non gli offriamo uno scenario decoroso. Noi vogliamo una città pulita, curata, piena di colori e di fiori. Per questo abbiamo pensato all’Operazione Ciclamino”.

Questo progetto è la naturale prosecuzione delle giornate di pulizia dei volontari di Si Può Fare, coordinati da Stefano Berti. Durante quei due sabati di lavoro, un giardiniere in pensione
si offerto di collaborare gratuitamente per migliorare il decoro della città. “Il signor Alessandro
si è fatto avanti per darci una mano, noi gli stiamo offrendo il materiale necessario. In accordo
con l’assessore all’Ambiente Federico Lazzaro abbiamo sistemato i vasi del municipio, che erano pieni di erbacce e immondizia. Ora continueremo con la nostra Operazione Ciclamino anche in altre aree”.

“Questo è il primo step di un progetto ben più ampio – continua Augusto Masotti – confidiamo di poter collaborare, oltre che con l’assessore all’Ambiente, anche con quelli alla Cultura, Turismo e Sport, in modo da poter creare un calendario unico degli eventi del 2013 da poter comunicare e pubblicizzare in tutto il centro Italia. In un raggio di 200 chilometri intorno a Tivoli vivono 9.5 milioni di persone, noi vogliamo rivolgerci a loro come abbiamo già fatto lo scorso luglio per “Benvenuta Estate” quando ai negozi aperti fino alle 24 abbiamo abbinato spettacoli di artisti di strada e menù a prezzi d’occasione in alcuni locali del centro. Il nostro obiettivo è far vivere questa città tutti i mesi dell’anno ed alcuni commercianti hanno già spostato questo progetto. Stiamo lavorando ad 2013 che possa rilanciare Tivoli, in quest’ottica abbiamo già raggiunto ottimi risultati. Vogliamo “contagiare” la città con queste idee”.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION