TIVOLI: Il sindaco ha azzerato la giunta

Il Sindaco di Tivoli Sandro Gallotti

Il sindaco Sandro Gallotti ha azzerato la giunta comunale di Tivoli. La decisione è stata ufficializzata nel primo pomeriggio di oggi.Ritirate tutte le deleghe degli otto assessori, compreso il vicesindaco, assegnate lo scorso 28 ottobre.

“Siamo arrivati a metà mandato – ha commentato il sindaco – ed è giusto trarre un bilancio di quanto fatto fino ad ora ma soprattutto di quanto bisognerà ancora fare per completare il programma dell’amministrazione. Una verifica politica e amministrativa necessaria in questa fase.

Inoltre il particolare periodo di crisi economica che stiamo attraversando impone un’azione di revisione delle priorità di intervento sul territorio, anche alla luce dei forti tagli e delle drastiche riduzioni dei finanziamenti decisi dagli enti sovracomunali.

Adesso – ha proseguito il sindaco Gallotti – bisogna concentrarsi a pianificare le prossime attività dell’amministrazione, ci aspettano impegni importanti da portare avanti.

Voglio concludere ringraziando tutti gli assessori che sono stati protagonisti di questa prima fase del governo cittadino”.

 

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION