Mondo Digitale, i ragazzi disegnano il “mondo di domani”

Tomorrowland – Il Mondo di Domani_posterEsce il nuovo film targato Disney, Tomorrowland – Il mondo di domani e, con l’occasione, tre templi italiani dell’innovazione aprono le porte per tre giorni agli studenti per stimolarne l’inventiva. Sono il Muse di Trento, la Fondazione Mondo Digitale di Roma e la Città della Scienza di Napoli.

Oggi tappa romana dei Tomorrowland Days (così è stata battezzata la maratona italiana dei piccoli grandi costruttori di futuro): cinquanta studenti hanno preso parte a un lungo brainstorming nella Palestra dell’Innovazione di Mondo Digitale, a via del Quadraro 102. Ne sono scaturite idee e possibili invenzioni, tutta materia prima per il mondo di domani e le prossime generazioni.

Progetti e idee che confluiranno in un video promozionale, in gestazione sulle pagine web di Focus.it, partner dell’iniziativa. Intanto i ragazzi partecipanti hanno ricevuto, in chiusura di giornata, un biglietto del cinema, un gadget del film Disney e una abbonamento trimestrale al mensile scientifico Focus.

Vedi le attività e le news di Mondo Digitale su www.mondodigitale.org.

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION