Ostuni: storia e origini della città bianca

Ostuni: storia e origini della città bianca

Ostuni è una delle città più suggestive della Puglia, denominata “la Città Bianca” per la luminosità dei suoi muri a calce. Essa sorge su un colle situato a 200 metri d’altezza sul livello del mare, che delimita il confine tra la penisola salentina e la Murgia meridionale. Paesaggi unici e inconfondibili caratterizzano il posto, ricco di piccole abitazioni tinteggiate a calce e aggrovigliate in un susseguirsi di vicoli e corti dal fascino unico e irripetibile.
Sono sempre di più i turisti che visitano la città trovando sistemazione nei numerosi hotel, case vacanza, residence e b&b a Ostuni in ogni periodo dell’anno. Ecco alcune informazioni sulla storia e origini della città bianca.

Il bianco di Ostuni

Fin dall’antichità, la città di Ostuni è denominata la Città Bianca per via della calce bianca, materiale per eccellenza di facile reperibilità utilizzato dagli abitanti del posto per la costruzione di case ed edifici. Per questo motivo, la peculiarità del posto è senza dubbio quella di trovarsi immersi in un paesaggio dove tutto è incredibilmente bianco e luminoso, in particolar modo il centro storico della città.

Le origini della città: la calce e la peste

La storia della città bianca risale al Medioevo, periodo in cui la città era sotto la dominazione della famiglia Zevallos, che l’aveva acquistata precedentemente dagli Asburgo, che furono costretti a vendere la città a causa delle forti perdite derivate dalla sconfitta nella guerra dei trent’anni. In questo periodo storico risale l’epidemia di peste, che colpì duramente Ostuni riducendola a circa 10 mila abitanti. La città fu a rischio di una totale devastazione, che venne scongiurata dalla calce bianca. Il materiale, grazie alle sue proprietà antisettiche e disinfettanti, evitò la propagazione dell’epidemia, salvando la città. Per questo motivo gli abitanti del posto sono molto legati al materiale, che dona una colorazione candida agli edifici diventando l’emblema del posto.

Inserito da: WalterW
Sito Web: http://www.allombradegliulivi.it/

Potrebbe interessarti anche...

  • La "banda" della Orange Records Rome presenta "Effetti collaterali". L'intervista
  • Eva Grimaldi e Imma Battaglia presto spose. Alla guida c'è Enzo Miccio
  • Mariella Nava: una riflessione sull'ultimo Sanremo. "Imparate ragazzi, imparate!"
  • Presentazione di "Ali spezzate" antologia nata per sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne
  • Il mito della Banshee: dai racconti dei Druidi ai manga scopriamo le caratteristiche di questo spirito ancestrale femminile
  • Canapa Mundi 2019: grande chiusura per la prima fiera d’Italia del settore. Un business in crescita
  • Roma Whisky Festival: ottava edizione con masterclass, degustazioni e seminari. Intervista al "whisky consultant" Pino Perrone
  • Palazzo Farnese di Caprarola: il mistero degli affreschi dell’Anticamera degli angeli
  • Perrotta, Tonetto, Cassetti: compleanno nel pallone al Room26 per Gianluca Caruso
  • Le attrici Miriam Galanti e Katia Greco al Gran Ballo di Carnevale tra le Epoche di Nino Graziano Luca
  • Scoop intervista Cupido!
  • Gli Elfi tra di noi: nascita, usi e costumi del popolo "luminoso"
  • Gran Ballo di Carnevale tra le Epoche nella magica cornice della Pinacoteca del Tesoriere
  • Canapa Mundi, Fiera Internazionale della Canapa. A Roma 10.000 mq di sostenibilità, benessere e nuove frontiere
  • Matteo Cappella presenta "Metropolia", suo primo disco ufficiale. L'intervista
  • Un “Tè Danzante" con Jane Austen: un'esperienza "fuori dal tempo"
  • "Senza Rossetto": all'AAMOD il film di ricerca sull'immaginario femminile alla vigilia del voto del '46
  • Omaggio a Giorgio Gaber: una targa verrà affissa sul condominio di via Londonio, dove il cantautore nacque
  • In onda in prima serata su RAI1 la docufiction “Figli del destino”
  • Masterclass per attori con June Jasmine Davis. Formazione gratuita con Artisti 7607

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION