Ostuni: storia e origini della città bianca

Ostuni: storia e origini della città bianca

Ostuni è una delle città più suggestive della Puglia, denominata “la Città Bianca” per la luminosità dei suoi muri a calce. Essa sorge su un colle situato a 200 metri d’altezza sul livello del mare, che delimita il confine tra la penisola salentina e la Murgia meridionale. Paesaggi unici e inconfondibili caratterizzano il posto, ricco di piccole abitazioni tinteggiate a calce e aggrovigliate in un susseguirsi di vicoli e corti dal fascino unico e irripetibile.
Sono sempre di più i turisti che visitano la città trovando sistemazione nei numerosi hotel, case vacanza, residence e b&b a Ostuni in ogni periodo dell’anno. Ecco alcune informazioni sulla storia e origini della città bianca.

Il bianco di Ostuni

Fin dall’antichità, la città di Ostuni è denominata la Città Bianca per via della calce bianca, materiale per eccellenza di facile reperibilità utilizzato dagli abitanti del posto per la costruzione di case ed edifici. Per questo motivo, la peculiarità del posto è senza dubbio quella di trovarsi immersi in un paesaggio dove tutto è incredibilmente bianco e luminoso, in particolar modo il centro storico della città.

Le origini della città: la calce e la peste

La storia della città bianca risale al Medioevo, periodo in cui la città era sotto la dominazione della famiglia Zevallos, che l’aveva acquistata precedentemente dagli Asburgo, che furono costretti a vendere la città a causa delle forti perdite derivate dalla sconfitta nella guerra dei trent’anni. In questo periodo storico risale l’epidemia di peste, che colpì duramente Ostuni riducendola a circa 10 mila abitanti. La città fu a rischio di una totale devastazione, che venne scongiurata dalla calce bianca. Il materiale, grazie alle sue proprietà antisettiche e disinfettanti, evitò la propagazione dell’epidemia, salvando la città. Per questo motivo gli abitanti del posto sono molto legati al materiale, che dona una colorazione candida agli edifici diventando l’emblema del posto.

Inserito da: WalterW
Sito Web: http://www.allombradegliulivi.it/

Potrebbe interessarti anche...

  • Masterclass per attori con June Jasmine Davis. Formazione gratuita con Artisti 7607
  • "Questo è vero rumore!": la differenza tra musica e rumore secondo Keith Moon
  • Rosa Luxemburg: proiezione e lezione di cinema con Margarethe von Trotta alla Casa del Cinema
  • 11/01/19. Ospiti Radio Voi su Radio Kaos Italy: Nicola Sciannamè (La Voce del Municipio), Silvia Di Tosti (Libriinfestival), Patrizio Maria e FLOG
  • 5 anni senza Arnoldo Foà: la vedova istituisce il “Premio Arnoldo Foà. Teatro e Visioni” e chiede un teatro intitolato
  • Colle der Fomento, annunciate le prime date di Adversus Tour 2019
  • Gallery. Buon Natale da Elio Germano e Marcello Fonte, brindisi da Artisti 7607
  • 21/12/18. Ospiti Radio Voi su Radio Kaos Italy: Rock Tales e live di Sina del Grillo e Valerio Lysander
  • 20/12/18. Ospiti Radio Voi su Radio Kaos Italy: Catalin Montanaro (Smile Orchestra) e live di The Last Gipsy
  • Natale: tutti a tavola con la mamma! Le ricette dei dolci più golosi
  • Il Csi corre l'Autogiro d'Italia: dal 26 maggio al 1° giugno 2019 cento equipaggi impegnati nelle sei tappe del tour automobilistico
  • La tragedia della discoteca a Corinaldo: una riflessione del cantautore Patrizio Maria
  • 14/12/18. Ospiti Radio Voi su Radio Kaos Italy: Cifelli (Roma Today), La Lanterna di Diogene e i ragazzi della Orange Records Rome
  • 13/12/18. Ospiti Radio Voi su Radio Kaos Italy: gli attori Raffaele De Bartolomeis e Moira Carbone, Yari Riccardi e Exempla
  • "Carta Straccia" all'OFFOFF Theatre: tra gli applausi e i sorrisi degli ospiti c'è anche Alessandro Gassman
  • 07/12/18. Ospiti Radio Voi su Radio Kaos Italy: Cifelli (Roma Today), Riccardi (Scusi chi ha fatto palo?), Rock Tales e live di Patrizio Maria
  • La Ragazza Preferita: Gloria De Leo
  • 06/12/18. Ospiti Radio Voi su Radio Kaos Italy: Federico Bozzoli (Associazione AISM), l'attore Raffaele De Bartolomeis, Protto
  • Revolution: la band italo/neozelandese che suona rock in Cina (e spacca di brutto)

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION