MONTEROTONDO:il volley femminile vince…

squadra_volley_monterotondo.jpg

Nella partita di campionato odierna il Monterotondo vince

Asi Fidia Ladispoli – Monterotondo Volley Conad 1-3
(20-25, 25-16, 19-25, 22-25)

Asi Fidia Ladispoli: Scalambretti, Tontini, Biagiola, Gismondi, Mariani,
Culeddu, Angelelli, Cappelli, Moci, Germani, Mirva, Sannino. All, Randazzo.
Monterotondo Volley Conad: Tonon, Urbano, Salustri, Trombetta, Montemurro,
Dailianis, Pellecchia, Spadavecchia, Grimaldi, Siena, Banella, Colalongo.
All. Moramarco.

Il Monterotondo fa bottino pieno e vola al secondo posto della classifica
con sette punti. La squadra di Moramarco ha risposto in maniera positiva
all’appello con una vittoria in trasferta che vale doppio, proprio in virtu’
dello scontro diretto con l’Asi Fidia Ladispoli. La compagine di Cesano,
infatti, e’ considerata una delle candidate alla vittoria finale. La Volley
Conad ha tirato fuori gli artigli, andandosi a conquistare quello che le
spettava. Banella e compagne sono venute fuori nei momenti decisivi del
match, ovvero nel primo e nel quarto set con una prova di carattere. In
entrambi i parziali la formazione eretina ha mostrato tutta la sua classe e
forza tecnica. Da registrare i problemi al Pallone ASI Fidia. Verso la meta’
del quarto set per la continua acqua piovana che continuava a cadere
all’interno dell’impianto di gioco, Monica Siena e’ scivolata, mentre stava
per effettuare la ricorsa d’attacco. La partita e’ stata sospesa e ripresa
dopo un’ora circa ad Anguillara. Ma il risultato non e’ cambiato con Banella
ad aggredire in attacco e Colalongo a difendere: “Abbiamo dato prova di
carattere e di maturita’ – ha affermato il tecnico della Volley Conad,
Pasquale Moramarco -. Questo e’ il vero Monterotondo. Dopo una partenza lenta
ci stiamo ritrovando. Gia’ in settimana avevo visto le ragazze motivate e
cariche, ai miei collaboratori avevo comunicato che qualcosa sarebbe
cambiato. Sono molto soddisfatto di come la squadra abbia risposto sia dal
punto di vista tecnico, sia caratteriale. Il Fidia e’ una buona squadra, per
me una delle favorite, per questo la vittoria e’ un’iniezione di fiducia,
anche perche’ ottenuta in trasferta. Abbiamo dimostrato di essere piu’ forti,
ora l’imperativo e’ non abbassare la guardia. Il campionato e’ lungo e ci sono
almeno undici squadre dello stesso livello, noi dovremo venir fuori alla
distanza”. Sabato prossimo al Palazzetto di Monterotondo va in scena la
quarta giornata della B2. Montemurro e compagne si troveranno di fronte alle
ore 18.00 il Cus Divino Amore.

classifica al 30 ottobre 2005 :
AS SIGGER VITERBO 8
ALFIERI SIGMA CAGLIARI 7
MONTEROTONDO VOLLEY CONAD 7
PROF. CUCCIARI OLBIA 7
SISTEMATICA NARNI (TR) 6
ASI FIDIA LADISPOLI (RM) 6
CAGLIARI VOLLEY BALL 6
FONTE ROMA EUR 5
CITTA’ DI LANUSEI (NU) 4
LIB. TELEUNIT PERUGIA 4
AS RIETI VBC 3
ASPAV PONTECAGNANO (SA) 0
LE CAMERETTE SCAFATI (SA) 0
CUS DIVINO AMORE (RM) 0

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION