MENTANA: Iniziativa “Un albero nel cuore”. Obiettivo: piantare in città 1500 querce

Gli alberi costituiscono un elemento indispensabile dell’ecosistema, per il ciclo di vita, per l’equilibrio climatico e per la sopravvivenza della specie determinando l’aspe=o e l’ecologia del nostro paesaggio. Gli alberi plurisecolari e monumentali costituiscono un patrimonio dal valore inestimabile, che custodisce secoli e secoli di memorie, leggende e avvenimenti storici.
Con il passare del tempo, però, si è assistito ad una considerevole diminuzione del patrimonio boschivo presente nelle regioni del territorio italiano. Il paesaggio, infa=i, è stato deturpato dall’edificazione selvaggia a scapito della biodiversità e della sopravvivenza di alberi come le querce.
L’intento dell’Associazione Culturale “Cambiamo città, restiamo a Mentana”, propotore dell’inizitiva è contribuire ad innescare un processo di ripopolamento delle querce sul territorio diMentana, sensibilizzando la cittadinanza sull’importanza del patrimonio arboreo e boschivo italiano e del nostro paese, per la tutela della biodiversità, per contrastare i cambiamenti climatici e per la prevenzione del dissesto idrogeologico.
L’obiettivo è ambizioso: piantare nella nostra Ci=à 1.500 querce tra faggi, lecci, sughere, roverelle, aceri, frassini, farnie e cerri, piante tipiche della nostramacchiamediterranea. Le querce hanno una vitamedia di 400 anni, piantandone una si cambia la storia del luogo che la ospita.

“Prenderemo le piante presso il Vivaio forestale di Montespertoli -fanno sapere dall’Associazione – in provincia di Firenze, alberelli altrimenti destinati al macero, causa mancata richiesta commerciale e contestuale chiusura del vivaio. Abbiamo previsto tre tipi di piantine di diversa grandezza: alberelli di 2 anni alti circa 40/60 centimetri ed alberi alti 1,20 metri. Le piantine saranno trasportate daMontespertoli aMentana a <ne Novembre e messe a dimora a Dicembre: in campagna, in giardino, nei parchi, a terra o anche in un bel vaso in terrazza, in attesa di trovare loro una sistemazione definitiva. Gli alberelli verranno distribuiti dietro un contributo volontario nei banchetti allestiti in Città durante il periodo natalizio, a partire da Domenica 4 Dicembre, con la manifestazione “Un Albero nel cuore” in Piazza C.A. Dalla Chiesa con un programma di intrattenimento, animazione, approfondimento ed ovviamente la prima distribuzione delle piantine. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto per iniziative di solidarietà, rivolte ai bisogni dell’infanzia del nostro territorio”.

Per aderire all’iniziativa e per ulteriori informazioni:
Associazione “Cambiamo città, restiamo a Mentana”,
via AntonioMoscatelli 10 – 00013Mentana
www.adelaiderotolo.com/unalberonelcuoreamentana/
www.facebook.com/groups/democraticipermentana/

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION