MENTANA: In tutta la città attestati di amicizia per Vincenzo Vignoli

Per tutta la città garibaldina, sulle strade, sulle mura, continuano a nascere attestati di amicizia dedicati dai suoi amici a Vincenzo Vignoli, il ragazzo di 20 anni morto pochi giorni fa nell’Ospedale di Monterotondo. I suoi amici non vogliono dimenticare quel ragazzo che descrivono discreto, sempre allegro, pieno di vita. Quasi ogni angolo di Mentana,  i posti più frequentati e le piazze, ora ricorda Vincenzo.

Vincenzo era stato fermato verso le due di notte ad un posto di blocco che aveva tentato di eludere in via Reatina, a Mentana. Risultato positivo all’alcoltest, era stato sorpreso senza patente alla guida di uno scooter di proprietà del padre. Proprio per questo motivo i carabinieri lo hanno portato in caserma. E’ stato dopo l’arrivo del padre che il giovane ha cominciato a sentirsi male.,accusatndo un forte tremore e divendo cianotico. I militari hanno immediatamente chiamato l’ambulanza. Gli operatori del 118 lo hanno portato all’ospedale di Monterotondo. Al pronto soccorso è entrato poco dopo le tre, ma, purtroppo, Vincenzo non ce l’ha fatta. Le cause del decesso sarebbero imputabili ad un arresto cardiocircolatorio, ma solo l’autopsia potrà fare chiarezza. Al momento nessuna ipotesi è esclusa. Il corpo è stato messo a disposizione del magistrato che ne ha disposto l’esame autoptico.

Vincenzo lavorava con il padre come elettricista, era molto conosciuto e stimato a Mentana. Lascia un fratello di 15 anni, una famiglia affranta dal dolore e tanti amici che, per non dimenticare e farlo dimenticare, stanno lasciando su tutto il territorio della città garibaldina messaggi di affetto e amicizia.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION