MENTANA: Arts Party – Il Cineforum Sally Potter sbarca a Trastevere

Diapo1volantino.JPG

Il Cinit Cineforum Metropolitano da Mentana sbarca a Trastevere il 22 Luglio alle 22.30, in via del Moro 40, a Lettere Caffe’ Gallery, il locale diretto da Cristina Pittoni e ideato da Roberto Ciambrone, con una serata speciale Arts Party.
Lo spettacolo che fa coinvivere in uno stesso contesto corti teatrali, monologhi, shortmovie, danza e musica si intitola Il Sogno e le sue protuberanze per la regia di Cinzia Salluzzo e coregia del coreografo Anthony Rosa, e ciliegina sulla torta le riprese di un’altro film-maker mentanese Antonino Giorgianni.
Per l’occasione sara’ proiettato Deja-vu, corto prodotto dall’Accademia Rosebud, per la regia di Cinzia Salluzzo e Marta Pipinato, montaggio di Milko Montesanti. Il corto e’ arrivato secondo al Moon Tale Contest.
Lo spettacolo si concludera’ con disco-dance.
L’ingresso e’ gratutito; consumazione obbligatoria.

Num.tel Lettere e caffe’ Gallery 06 58334376
Cinit Metropolitano Sally Potter 393 2161091

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION