“GemellAngelo 2015”: 13 Comuni gemellati alla riscoperta dei prodotti tipici locali

Sabozza locandina gemellAngelo 2015.docbato 20 giugno, alle ore 9.00, nella splendida cornice del Castello Orsini-Cesi, a Sant’Angelo Romano, si svolgerà un convegno di promozione e scambio di reti tematiche su “i prodotti tipici locali”, nell’ambito del “GemellAngelo 2015”.

All’evento, organizzato dal Comune di Sant’Angelo Romano nella persona del Vice Sindaco Claudio Carolini con la collaborazione della Pro Loco, parteciperanno i 13 Comuni d’Italia che hanno aderito al progetto di Gemellaggio promosso dal Comune di Sant’Angelo di Brolo (ME).

Costituito nel 2010, il “GemellAngelo” è un gemellaggio stellare che unisce i Comuni di tutta Italia che portano la denominazione “Sant’Angelo”.

Il convegno sarà occasione per firmare un protocollo d’intesa fra i Comuni del Gemellaggio, per promuovere lo scambio dei prodotti tipici locali. I Sindaci prenderanno così ufficialmente l’impegno affinché i prodotti tipici di ogni Comune aderente possano essere commercializzati negli altri Comuni gemellati, creando così degli accostamenti di sapori unici e incrementando la riscoperta dei prodotti tradizionali.

Al convegno, patrocinato dal Comune di Sant’Angelo Romano e dalla Presidenza del Consiglio della Regione Lazio, interverrà Martina Domenici, Sindaco di Sant’Angelo Romano, Mauro Alessandri, Vice Sindaco della Città Metropolitana di Roma Capitale, Maurizio Apicella, Dirigente Capitale Lavoro della Città Metropolitana, Marina Bresciani, Esperto di programmazione Comunitaria e Fondi Europei.

I Sindaci dei Comuni gemellati mostreranno i prodotti tipici locali e ci sarà anche un collegamento in video-conferenza con il Sindaco Dwain Morrison della città di “San Angelo” nel Texas (USA) nell’eventualità che l’iniziativa, ben accolta dai Comuni interessati, possa in futuro divenire d’interesse internazionale.

“L’obiettivo è di creare una rete per portare ad assaporare i gusti, le tradizioni e la storia di ciascun paese gemellato – spiega il Vice Sindaco di Sant’Angelo Romano Claudio Carolini – e fare in modo che la realizzazione dei prodotti tipici sia tramandata di generazione in generazione in modo che i sapori autentici non si perdano con il passare del tempo ”.

All’interno della manifestazione è previsto anche uno spazio espositivo in cui si potranno gustare i prodotti tipici di ogni Comune gemellato.

L’evento s’inserisce in un’altra importante celebrazione: il primo weekend del Festival Internazionale del Folklore, organizzato dal Comune di Sant’Angelo Romano e dal gruppo Folk “Monte Patulo” di Sant’Angelo Romano. Durante il pomeriggio di sabato 20 giugno, sarà possibile
andare alla riscoperta del suggestivo borgo pedalando in mountain-bike con l’iniziativa ciclistica “Castello-Bike”.

Domenica 21 giugno, i Sindaci dei Comuni gemellati parteciperanno a una visita guidata a Villa d’Este e Villa Gregoriana, fiori all’occhiello del territorio di Tivoli.

Il rientro a Sant’Angelo Romano è previsto per le ore 17.00, dove seguirà il raduno bandistico “Città di Sant’Angelo” con la chiusura della manifestazione e i saluti delle Autorità in Piazza Belvedere Aldo Nardi.

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION