FONTE NUOVA: Presentazione del libro “Le mani sulla sanità”

Sarà presentato il prossimo 2 aprile, alle ore 18, presso il Centro Anziani di Santa Lucia (Fonte Nuova), il volume “Le mani sulla sanità. Da nord a sud, i predoni della salute” (Editori Riuniti) scritto da Alessio D’Amato e Dario Petti insieme ad Orfeo Notaristefano, con una prefazione del senatore Ignazio Marino.
Nelle 208 pagine del nuovo volume della Editori Riuniti vengono ricostruiti, attraverso inchieste e documenti, alcuni dei fatti più eclatanti di corruzione e malaffare nella sanità italiana negli ultimi 15 anni: da De Lorenzo a Del Turco, passando per la clinica degli orrori Santa Rita di Milano, l’omicidio Fortugno in Calabria, i pazienti fantasma della Sicilia e le novità sul caso Lady Asl nel Lazio. Sul sito di Youtube è presente il promovideo del libro.

Oltre agli autori, parteciperanno all’incontro:
Mario Di Carlo, Assessore regionale alla Casa
Agostino Durantini, Presidente del Consiglio comunale di Fonte Nuova
Ugo Gremigni, Direttore sanitario Asl – RmG
Lucia Migliaccio, Assessore alla Salute e alla Qualità della vita di Fonte Nuova

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION