XXVI Busker Festival di Carpineto Romano, 25 e 26 agosto: nell’epoca dello street food l’arte si fa in strada

Carpineto RomanoLa strada sta vivendo il suo momento d’oro: non è più un luogo, ma IL Luogo. Nell’epoca dello street food tutto sembra doversi fare nelle strade: è qui che si vive, ci si nutre, si riprende a incontrarsi, si assiste a spettacoli di ogni genere.

Carpineto Romano in anticipo sui tempi, già 26 anni fa proponeva per la prima volta un festival dedicato agli artisti di strada, il Busker Festival, appuntamento imperdibile per tutti coloro che hanno voglia di vivere due suggestive notti all’aperto (il 25 e 26 agosto), impreziosite da teatro, musica, performance e installazioni artistiche all’insegna della libertà.

Dal 1990 a oggi, in occasione del Festival, nelle strade di Carpineto Romano accorrono gli esponenti di spicco di quell’arte in grado di abitare ogni angolo urbano, in piena tradizione “baschera”. Gli Ospiti di quest’edizione, la 26esima, li presenta il sindaco Matteo Battisti: “Saranno giocolieri, artisti, attori, pittori e musici, e trasformeranno in palcoscenico le piazze e i scorci più suggestivi dell’antico borgo medievale della cittadina di Carpineto Romano. Vicoli e piazze in festa, secondo quella che ormai è diventata tradizione, festa di popolo e allegria”.

Gli scorci incantevoli di questo paese rinascimentale a due passi dalla capitale, il 25 e 26 agosto come da tradizione, si animeranno grazie alla presenza di musici e performer che, con la direzione artistica di Scuderie MArteLive, proporranno contaminazioni intelligenti e uniche: dal teatro di Guglielmo Bartoli che presenterà un nuovo personaggio “Magellano”, alla magia delle ombre cinesi di Silvio Gioia, all’illusione travagliata di Maria Teresa Pascale con la sua interpretazione di uno spettacolo di Eduardo Ricciardelli, alla giocoleria acrobatica della compagnia C’tua, alle acrobazie della compagnia “Can Bagnato”, alle fantasiose bolle di sapone di Sara Amitrano, al circo teatro di ChienBarbùMalRase, allo spettacolo di fuoco di Giovanni Nulleamai, alla giocoleria comica di Mariano Fiore alla bellezza esotica di Zingamù.

Inoltre, questa edizione vedrà musicisti del calibro di Leo Folgori, Safi Harjane, East VAn, I ritmi popolari e via animando.

Tanti spazi espositivi saranno dedicati alla pittura, con le mostre del giovane artista romano Cristiano Quagliozzi e la pugliese Milena Scardigno, in arte Mila Gnò.
“Un evento nato e pensato proprio per il nostro antico borgo come luogo ideale per le performance. Uno scenario unico dove l’arte di strada, attraverso la parola, il gesto, la narrazione e lo spettacolo, trova la sua ragione di esistere, si integra e prende forma” dichiara Noemi Campagna, Assessore alle Politiche Culturali.

L’appuntamento è per il 25 e 26 agosto tra i vicoli di Carpineto Romano a partire dalle ore 21.00.

Per Info: www.carpinetoromano.itwww.buskercarpineto.org

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION