Il video tutorial: risorsa di marketing e di branding

Il video tutorial: risorsa di marketing e di branding

La realizzazione di video tutorial e guide permette di consolidare il rapporto con i propri clienti. Scopri tutti i vantaggi di una campagna di video tutorial.

Nell’ambito delle strategie di video marketing, una delle soluzioni narrative da prendere in seria considerazione è quella del video tutorial. I tutorial sono delle guide in supporto video del genere “How To…” che si rivolgono agli utenti con lo scopo di spiegare loro come fare qualcosa. Per comprendere appieno la forza delle video-guide, però, occorre addentrarsi di più nell’argomento. Sono diversi i vantaggi proposti dal filone del tutorial in termini funzionali, di gestione del budget e pubblicitari.

Vantaggi tecnici e funzionali

A differenza di quanto accade con la realizzazione di video aziendali orientati allo storytelling, i tutorial non richiedono né particolari conoscenze di editing né la disponibilità di particolari tecnologie e strumentazioni (e dunque sono prodotti digitali confezionabili anche a basso budget). Per la produzione di una video-guida, l’elemento portante è la padronanza delle conoscenza di cui si decide di parlare. Bastano una videocamera fissa e una personalità in grado di tenere la scena. I tempi di post-produzione sono limitati e non serve inventarsi nulla di straordinario per avere successo.

Altro vantaggio funzionale della video-guida, poi, sta anche nella velocità di esecuzione e di distribuzione del prodotto digitale.

Vantaggi pubblicitari e di marketing

Ma il vero punto di forza di una campagna basata sui video tutorial risiede certamente nella sua significativa efficacia comunicativa. Realizzare un prodotto utile per l’utente significa porre le basi per la fidelizzazione di quest’ultimo. Tramite la video-guida, l’azienda può porre il focus attenzionale su tematiche inerenti il proprio core business con la duplice risultante che, da un lato, viene intercettato un pubblico già targettizzato in entrata e, dall’altro, si accresce l’autorevolezza del marchio.

Mettere a disposizione e condividere le esperienze e il know how aziendali permette al brand di proporsi come referente di riferimento in una certa nicchia di mercato. il pubblico impara a familiarizzare con l’azienda ma anche con i suoi servizi, ne comprende i vantaggi e i punti di forza. Così il tutorial si trasforma in una indiretta leva motivazionale all’acquisto. E in tutto ciò, l’utente avrà la percezione di aver ricevuto un servizio di qualità da parte dell’azienda e, per lo più, senza sborsare un solo euro per ottenerlo.

Potrebbe interessarti anche...

  • Visita al borgo di Castell’Arquato: dove si girò Ladyhawke e dove si torna indietro nei secoli con la rievocazione di un torneo medioevale
  • Ginnika 2019: sneakers da tutto il mondo a 35 anni dalla censura delle Air Jordan. Roma, 14 e 15 settembre
  • Apre in Italia il primo Museo del Saxofono; inaugurazione sabato 7 settembre 2019
  • Genazzano, un luogo dal fascino senza tempo... nel Guinness dei primati!
  • I Festival d’Arte di Strada invadono l’estate italiana 2019: da TolfArte a Carpineto, oltre 300 busker italiani e internazionali
  • Max Nardari tra cinema e Festival: in uscita il nuovo film "Di tutti i colori" e al timone del Film Festival Sabaudia Studios 2019
  • Grazia Di Michele presenta il suo nuovo libro "Apollonia" e l'album "Sante Bambole Puttane"
  • Biografilm Italia 2019: “Noci Sonanti” vince il Premio Hera “Nuovi Talenti”
  • AAA Queen's Drag Queen: bando di audizione per la produzione 2019/2020
  • Anteprima del documentario "Generazione Diabolika", la storia di un locale diventato un fenomeno di costume
  • Informiamici: i progetti vincitori dei liceali si concentrano su pillola del giorno dopo e preservativo
  • "GLITCH, Figli di un Dio confuso": Giulia Soi presenta il secondo romanzo
  • In onda “Io sono Sofia”, film di Silvia Luzi: la storia vera di Sofia, una donna di 28 anni nata maschio e del suo percorso personale
  • Alla scoperta del Labirinto: da Cnosso ai Celti, da Pac-Man fino ad Alice, storia, etimologia, mitologia, di un luogo spesso rappresentato come un dedalo in cui perdersi per ritrovare sé stessi
'; var riint = setInterval(function() {jQuery(window).trigger("resize");},100); setTimeout(function() {clearInterval(riint);},2500); }; }, beforeShow : function () { this.title = jQuery(this.element).attr('lgtitle'); if (this.title) { this.title=""; this.title = '
'+this.title+'
'; } }, afterShow : function() { }, openEffect : 'fade', closeEffect : 'fade', nextEffect : 'fade', prevEffect : 'fade', openSpeed : 'normal', closeSpeed : 'normal', nextSpeed : 'normal', prevSpeed : 'normal', helpers : { media : {}, title : { type:"" } } }); } catch (e) {} });

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION