MENTANA: Mostra di Maurizio Falcocchio

“Il disegno è la sincerità nell’arte. Non ci sono possibilità di imbrogliare. O è bello… o è brutto”. Così Salvador Dalì definiva la pittura. Definizione sposata in pieno dal giovane artista romano Maurizio Falcocchio, classe 1975, con all’attivo molteplici mostre e tanti riconoscimenti. La sua arte è ispirata dai grandi maestri Dalì e De Chirico. Le sue opere riportano figure dalle sembianze umane, prevalentemente femminili, e paesaggi surreali e matafisici.

Sempre attento agli sviluppi della Provincia di Roma, l’artista ha deciso di esporre dal 3 maggio 2010 al 10 maggio 2010 in via Savelli 1 a Castel Chiodato. Inaugura la mostra il VicePresidente Vicario del Consiglio della Provincia di Roma On. Francesco Petrocchi che insieme all’organizzatore dott. Bruno Pacifici presenteranno l’artista.

Dal 2003 al 2009 l’artista segue un percorso sempre in crescendo firmando le sue opere con il nome FALBRI; successivamente decide di utilizzare il suo cognome. Nel 2010 le sue Opere assumono un nuovo stile, definito dallo stesso artista: “Surreale Minimalista”. Elementari figure geometriche, creano situazioni e pensieri riscontrabili nella realtà di tutti i giorni. Giochi di equilibrio, simmetrie, contrapposizioni e l’utilizzo di una aromaticità semplice evidenziano l’aspetto Surreale delle Opere. Un curriculum degno di stima e di fiducia porta l’artista ad aprire due personali contemporaneamente; una in Roma a Trastevere in vicolo del Cinque il 30 aprile 2010 e l’altra a Castel Chiodato di Mentana.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. Cinema, libri e fumetti sono il suo ambito; la sua vocazione raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION