GUIDONIA: Controllo del territorio dopo l’esposione della bomba carta, identificate numerose persone

In località Albuccione, nel comune di Guidonia Montecelio una bomba carta rudimentale é esplosa nel cortile davanti al portone d’ingresso di un condominio di cinque piani in via Bachelet. Per l’esplosione si sono infranti i vetri del portone, di tutte le finestre del vano scale e degli appartamenti al pian terreno e al primo piano. La risposta dell’Arma è arrivata subito, alle prime ore della mattinata odierna, i Carabinieri della Tenenza di Guidonia e della Compagnia di Tivoli, coadiuvati dai militari dell’ 8° Reggimento Lazio, dai Cinofili e da personale delle Compagnie di Subiaco, Colleferro e Palestrina hanno eseguito controlli a tappeto della zona. Sono state effettuate cinque perquisizioni domiciliari, sono stati controllati 40 veicoli e identificate 54 persone. Due giovani del quartiere sono stati segnalati alla Prefettura quali abituali assuntori di sostanze stupefacenti, poiché sono stati sorpresi con due dosi di cocaina e circa dieci grammi di marijuana.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. Cinema, libri e fumetti sono il suo ambito; la sua vocazione raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION