• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / Roma / Artisti di strada, approvato nuovo regolamento

Artisti di strada, approvato nuovo regolamento

L’Assemblea capitolina, su proposta dell’assessore alle Politiche culturali e Centro storico, Dino Gasperini, ha approvato il nuovo regolamento per l’arte di strada che sostituisce quello in vigore con delibera n. 68 del 2000. Tra le novità più significative: il divieto di suonare con strumenti che comportino disturbo alla quieta pubblica e comunque sempre senza impianti di amplificazione, l’istituzione di un registro degli artisti di strada, fasce orarie e tempo massimo di due ore per le esibizioni.

Innanzitutto il nuovo regolamento riconosce come artisti di strada i giocolieri, saltimbanchi, mimi, suonatori, attori, burattinai, trovatori, esoterici, madonnari, poeti, scultori di palloncini, fachiri e ballerini.

Inoltre, stabilisce nuove regole come il divieto di suonare con strumenti a percussione, o attrezzature che comportino disturbo alla quieta pubblica (tromba, sassofono, piatti) e comunque sempre senza impianti di amplificazione, anche per evitare elementi di occupazione di suolo pubblico.

Le esibizioni saranno limitate nelle postazioni virtuali indicate nella delibera e per un tempo massimo di due ore in totale, nell’arco della fascia oraria antimeridiana e pomeridiana, anche nel caso ci sia un’alternanza di artisti.

Per la turnazione è previsto un sistema informatizzato: una sorta di prenotazione che gli artisti devono comunicare almeno tre giorni prima dell’esibizione alla polizia municipale di riferimento.

E’ stato istituito anche un registro degli artisti di strada. Prima erano consentiti fino a dieci elementi per gruppo artistico, ora sono ridotti ad un massimo di 5 che dovranno esibirsi per un tempo massimo di 45 minuti per gli spettacoli a “cerchio” e di 30 minuti per quelli a “passeggio”.

Non sono consentiti spettacoli in prossimità di luoghi di culto, scuole e ospedali, beni artistici e culturali e nelle vie di larghezza inferiore a 4, 5 metri. E in ogni caso la distanza minima dell’artista dai monumenti dovrà essere di almeno 10 metri.

Per la prima volta vengono presi in considerazione anche i materiali utilizzati per i disegni (ad esempio per l’attività dei madonnari) che non devono essere tossici e non devono in nessun modo danneggiare il sito in cui si svolgono.

Per chi non si attiene alla nuove regole è previsto il sequestro dell’attrezzatura e un significativo aumento della multa: da 500 fino a mille euro.

In merito al nuovo regolamento per l’arte di strada, il sindaco Gianni Alemanno ha commentato: “Con l’approvazione in assemblea capitolina della delibera sugli artisti di strada e con il messaggio netto e fermo ai finti “centurioni”, che fino ad oggi hanno sostato abusivamente davanti al Colosseo, l’amministrazione ha lanciato un importante segnale per il rispetto della legalità e del decoro nel centro storico della Capitale”.

Il Sindaco, che ha sottolineato l’impegno costante dell’Amministrazione contro il degrado e per la valorizzazione dei nostri tesori storici e artistici, ha poi concluso dichiarando “vogliamo garantire ai romani e ai turisti la piena fruizione della bellezza e della magia del centro storico di Roma, finalmente libero da rumori molesti e dall’incuria di finti artisti abusivi. Si tratta di provvedimenti indispensabili per coniugare rigore e tutela di chi ha a cuore la nostra città e la promozione della vera arte di strada”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *