• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!


Home / Blog / Territorio / TIVOLI: Il Consiglio comunale approva la lottizzazione “Comprensorio di Ponte Lucano”

TIVOLI: Il Consiglio comunale approva la lottizzazione “Comprensorio di Ponte Lucano”

Dopo oltre quarant’anni di attesa il Consiglio comunale di Tivoli nella seduta di questa mattina ha approvato il Piano di lottizzazione “Comprensorio di Ponte Lucano”, più noto come “ex Nathan”.
“E’ stato sciolto un nodo che era bloccato da decenni – ha commentato il sindaco Sandro Gallotti – e che permetterà una ampia opera di riqualificazione di un’area oggi totalmente abbandonata. Rispetto al progetto originario negli anni sono state apportate diverse modifiche fino ad arrivare ad una soluzione che sia in grado di garantire il massimo del rispetto ambientale dell’area. Un Piano di lottizzazione impegnativo come quello approvato consentirà di stimolare il territorio dal punto di vista economico e occupazionale, si pensi all’indotto che può infatti essere coinvolto. Inoltre va a valorizzare l’area periferica con investimenti importanti che possono fare da traino anche per il rilancio del sistema economico locale. Il Comune – ha proseguito il sindaco – avrà i suoi benefici incassando gli oneri per le opere di urbanizzazione, in più nella convenzione è prevista la realizzazione di un’opera pubblica che potrà essere, per esempio, un asilo o una scuola”.
Completato l’iter di approvazione e avendo acquisito tutte le autorizzazioni di rito, il prossimo passaggio sarà la sottoscrizione della convenzione urbanistica entro il 31 dicembre.

Il Piano impegna un territorio di circa 50mila m² all’interno dei quali verrà sviluppata una cubatura residenziale per 95mila m³ e non residenziale per 25mila m³. Al Comune andrà un edificio di 2700 m³ da destinare a servizi e incassi degli oneri per opere di urbanizzazione secondaria pari a un milione e 725mila euro.
La lottizzazione prevede 21mila m² di verde pubblico; 5mila m² di parcheggi; 18mila m² di viabilità; 1500 m² di viabilità pedonale; 7900 m² di verde di pertinenza stradale; 12mila m² definiti servizi pubblici su parere della Soprintendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *