• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / FIANO ROMANO: Raccolta differenziata: concorso le Cartoniadi

FIANO ROMANO: Raccolta differenziata: concorso le Cartoniadi

Il Comune di Fiano Romano è stato selezionato per partecipare al Concorso indetto dalla Provincia di Roma denominato le “Cartoniadi”. La gara a squadre che coinvolgerà i seguenti Comuni: Ardea, Anguillara Sabazia, Ariccia, Ciampino, Civitavecchia, Grottaferrata, Guidonia, Fiano Romano, Formello, Rocca di Papa, avrà inizio il 15 novembre e terminerà il 15 dicembre.

L’esigenza di questo Concorso è quella di migliorare la qualità della Raccolta Differenziata della carta e del cartone proveniente dalle utenze domestiche. Il Premio messo in palio è un premio in denaro che il Comune intende utilizzare per realizzare opere di interesse pubblico.
In occasione delle “Cartoniadi ”, un sondaggio Ipsos-Comieco ha evidenziato che, se 8 italiani su 10 fanno ormai la raccolta differenziata, sono ancora tanti quelli che non hanno ancora imparato a differenziare correttamente la carta e il cartone.

Ad esempio, un italiano su due dichiara di gettare nella differenziata gli scontrini, un errore ancora molto frequente, nonostante sia stato fatto qualche piccolo passo avanti.

Il 27% degli intervistati poi, sbagliando, manda alla differenziata la carta sporca di cibo (31% nel 2009), mentre si confermano frequenti degli errori come differenziare i giornali ancora avvolti nel cellophane (25%) e i fazzoletti di carta sporchi (17%).
Pochi i dubbi invece per quanto riguarda le riviste – 7 italiani su 10 differenziano correttamente – e la carta stampata in generale, come i volantini pubblicitari (il 66% del campione li getta correttamente nella differenziata).

In generale, però sono ancora molti gli errori in cui incappiamo spesso. Ecco il decalogo: sono semplici regole che portano a grandi risultati.

-Il sacchetto di plastica usato per portare la carta al cassonetto apposito non va poi buttato insieme alla carta.

-Gli imballaggi con residui di cibo o terra non vanno nella raccolta differenziata perché generano cattivi odori, problemi igienici e contaminano la carta riciclabile.

-I fazzoletti di carta, una volta usati, non vanno nella differenziata. Sono quasi sempre “anti-spappolo” e, quindi, difficili da riciclare.

-Gli scontrini, le ricevute delle carte di credito non vanno gettati con la carta perché sono fatti con carte speciali – termiche – i cui componenti reagiscono al calore, creando problemi di riciclo.

-La carta oleata (per esempio quella che contiene focacce, affettati, formaggi) non è riciclabile.

-La carta sporca di sostanze velenose, come vernice o solventi, non va mai nella raccolta differenziata perché contamina i materiali di riciclo.

-Il materiale va selezionato correttamente togliendo punti metallici, nastri adesivi e altri materiali non cellulosici, come il cellophane che avvolge le riviste.

-Le scatole vanno appiattite, gli scatoloni compressi e gli imballaggi più grandi vanno fatti in pezzi per facilitare il lavoro degli operatori della raccolta.

-Carta e cartone da riciclare vanno depositati all’interno degli appositi contenitori e non lasciati fuori.

-Ogni Comune stabilisce le sue regole: informarsi su quelle in vigore è un dovere di ogni cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *