• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / TIVOLI: Il Consiglio approva il riequilibrio di Bilancio

TIVOLI: Il Consiglio approva il riequilibrio di Bilancio

Il Sindaco di Tivoli Sandro Gallotti

Nella seduta di Consiglio comunale di Tivoli di ieri martedì 25 ottobre è stato approvato l’ordine del giorno relativo alla “Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi ai fini della salvaguardia degli equilibri di bilancio 2011”. Il Consiglio si è espresso con ben 20 voti favorevoli (la maggioranza al completo) e 8 contrari.
La manovra finanziaria è stata quindi approvata entro la scadenza comunicata dal Prefetto di Roma.

“Un Bilancio scrupoloso e prudente, elaborato senza ricorrere agli strumenti della finanza creativa come è stato fatto in passato ma con la massima attenzione alle esigenze più concrete delle famiglie e della collettività”. Lo ha dichiarato il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti a margine dell’approvazione del riequilibrio di Bilancio. “Premesso – ha aggiunto il primo cittadino – che lo scenario in cui operiamo è caratterizzato dalle ripercussioni causate dalla crisi economica generale e dai continui tagli di risorse finanziarie che vengono fatti a discapito dei Comuni, abbiamo redatto e approvato un Bilancio che richiama tutti ad un grande senso di responsabilità. Dalle amministrazioni precedenti abbiamo ereditato una situazione finanziaria abbastanza difficile, il nostro obiettivo è ora quello di risanare i conti pubblici e sistemare le casse comunali. Un primo passo importante e decisivo per permettere alla città di Tivoli di poter investire su una programmazione efficace e di spessore.
Proprio partendo da questi presupposti è nato l’atto approvato – ha proseguito il sindaco Gallotti -, un atto che impegna il Consiglio comunale a fronteggiare l’attuale momento di difficoltà dal punto di vista dell’economia generale, assicurando al tempo stesso sostegno e convinzione per il raggiungimento degli obiettivi fissati nel programma dell’amministrazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *