• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / FONTE NUOVA: “MOB x MOB”: MOBilitazione per la MOBilità sulla Palombarese

FONTE NUOVA: “MOB x MOB”: MOBilitazione per la MOBilità sulla Palombarese

Un momento del sit in

Stamattina si è tenuto un sit in pacifico sulla Palombarese per chiedere alla Provincia di Roma di non concedere il nulla osta al passo carrabile di un nuovo supermercato sulla Via Palombarese. Sono stati sensibilizzati i pendolari con volantini e striscioni con su scritto:”A voi il profitto a noi 3 ore di tragitto!”.

“Non è possibile realizzare un altro incrocio sulla Palombarese senza adeguate opere viarie, – afferma Francesco Petrocchi, consigliere provinciale ed animatore dell’associazione Eurota – sarebbe oltremodo ed ulteriormente penalizzante per i pendolari. Stiamo anche raccogliendo le firme affinché la Nomentana bis non termini sulla Palombarese ma prosegua versa la centrale del latte attraverso un cavalcavia e non con una rotatoria che creerebbe comunque ingorghi”.

Presenti al sit in anche altri amministratori locali tra cui l’Assessore di Fonte Nuova Mauro Fantera ed i consiglieri comunali Filippo Antonuccio e Benedetto Roccamatisi. La “MOB x MOB” – “Mobilitazione per la Mobilità” – continuerà per tutto il mese di ottobre con banchetti di raccolta firme per migliorare la viabilità nel quadrante nord est, in particolare per chiedere la realizzazione della Vallericca – XII Apostoli ed una rotatoria o complanare sulla Nomentana all’altezza di Colleverde di Guidonia.

Inoltre sono previsti altri due sit – in Nomentana, all’altezza di Colleverde ed il 28, sempre dalle 7, presso il sottopasso ferroviario di Vallericca all’incrocio con la Salaria.

“E’ una vergogna che nel 2011,nell’era del wi–fi, – affermano i membri di Eurota – per l’accesso su una strada come la Salaria debba ancora esistere un tunnel in cui si transita a senso alternato e che crea una fila chilometrica, agli automobilisti fermi in fila offriremo tè e caffè caldo”.
“I soldi per i lavori di ampliamento del tunnel sono stati stanziati due anni fa – conclude Petrocchi – ma di lavori effettivi neanche l’ombra, abbiamo chiesto all’Assessore alla Viabilità di venire in consiglio provinciale, il 20 ottobre prossimo, a dirci dove sono finiti i soldi e le cause del mancato avvio di quanto previsto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *