• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!


Home / Blog / Viabilità: due nuove complanari su A 24

Viabilità: due nuove complanari su A 24

Avviati i lavori delle due complanari dell’A24 tra viale Palmiro Togliatti e la barriera di Roma Est. L’intervento prevede il potenziamento del tratto autostradale urbano dell’A24 tra via Palmiro Togliatti e la stazione di Roma Est, la separazione dei flussi di lunga percorrenza dalla circolazione locale e la realizzazione di una terza corsia di marcia in direzione L’Aquila tra lo svincolo di Portonaccio e il viadotto della Cervelletta.
Alla posa della prima pietra, nel cantiere in via di Lunghezzina, ha partecipato anche il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti.
La fine dei lavori è prevista per giugno 2014 e il costo complessivo dell’opera è stimato in 256 milioni di euro.
“Oggi arriva una bellissima notizia – ha affermato il presidente Zingaretti – perché l’ingresso e l’uscita da Roma è uno dei problemi che mette a rischio la qualità del territorio e la competitività del sistema romano e metropolitano. La competitività va rilanciata investendo sulla capacità di mobilità su ferro e su strada e questo è un intervento che va in tale direzione”.

Avviati i lavori delle due complanari dell’A24 tra viale Palmiro Togliatti e la barriera di Roma Est. L’intervento prevede il potenziamento del tratto autostradale urbano dell’A24 tra via Palmiro Togliatti e la stazione di Roma Est, la separazione dei flussi di lunga percorrenza dalla circolazione locale e la realizzazione di una terza corsia di marcia in direzione L’Aquila tra lo svincolo di Portonaccio e il viadotto della Cervelletta. Alla posa della prima pietra, nel cantiere in via di Lunghezzina, ha partecipato anche il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti. La fine dei lavori è prevista per giugno 2014 e il costo complessivo dell’opera è stimato in 256 milioni di euro.

“Oggi arriva una bellissima notizia – ha affermato il presidente Zingaretti – perché l’ingresso e l’uscita da Roma è uno dei problemi che mette a rischio la qualità del territorio e la competitività del sistema romano e metropolitano. La competitività va rilanciata investendo sulla capacità di mobilità su ferro e su strada e questo è un intervento che va in tale direzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *