• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / TIVOLI: Presentazione del Forum civico “Tivoli città futura”

TIVOLI: Presentazione del Forum civico “Tivoli città futura”

Verrà presentato oggi alle 18,30 presso le Scuderie Estensi il Forum civico “Tivoli città futura”. Per una città che pensa, parla, ascolta, partecipa.
Nato da un appello che invitava alla creazione di un laboratorio nel quale ragionare sul futuro di una città che, nonostante le annunciate aperture al pubblico di monumenti importanti come la Rocca Pia ed il santuario di Ercole vincitore, sta degrando esteticamente, politicamente e moralmente, ha ricevuto l’adesione costruttiva di cinquanta cittadini di tutte le fasce di età, appartenenti al mondo dell’associazionismo, della cultura, del commercio, della politica, dei senza lavoro, della stampa, dell’arte, dell’imprenditoria.
I cinquanta fondatori, tutti presenti a titolo individuale, hanno iniziato un percorso di lavoro che si condensa in una prima assemblea pubblica nella quale saranno presentate quattro relazioni relative a quattro iniziali tavoli tematici: La Bellezza, Il Territorio, Le Relazioni, Il Sogno.
Saranno quattro gruppi di lavoro che potranno successivamente smembrarsi in altri gruppi, man mano che i lavori andranno avanti e nasceranno nuove proposte.
Lo scopo del Forum è quello di lanciare proposte,  idee ed azioni dirette che, pubblicate ed attivate in successione, possano far capire ai partiti politici che  hanno orecchie attente, quali sono le esigenze dei cittadini, quali i temi più sentiti, quali le soluzioni ai tantissimi problemi che gli abitanti di una città come Tivoli si trovano davanti.
Le adesioni sono aperte, l’invito ad aderire e a confrontarsi realmente con i temi, studiando e spendendo per la città una parte del proprio tempo, è esteso a tutti i cittadini e ad ogni realtà associativa, imprenditoriale, culturale, politica.
Il lavoro sarà lungo ma non solo intellettuale, dal Forum nasceranno anche azioni dirette sul territorio tiburtino, per coinvolgere i cittadini in un modo nuovo di agire a favore della città tiburtina e delle sue problematiche, come è stato già fatto in occasione del passaggio del Giro d’Italia davanti alla muraglia di Ponte Lucano.

Verrà presentato oggi alle 18,30 presso le Scuderie Estensi il Forum civico “Tivoli città futura”. Per una città che pensa, parla, ascolta, partecipa. Nato da un appello che invitava alla creazione di un laboratorio nel quale ragionare sul futuro di una città che, nonostante le annunciate aperture al pubblico di monumenti importanti come la Rocca Pia ed il santuario di Ercole vincitore, sta degrando esteticamente, politicamente e moralmente, ha ricevuto l’adesione costruttiva di cinquanta cittadini di tutte le fasce di età, appartenenti al mondo dell’associazionismo, della cultura, del commercio, della politica, dei senza lavoro, della stampa, dell’arte, dell’imprenditoria.

I cinquanta fondatori, tutti presenti a titolo individuale, hanno iniziato un percorso di lavoro che si condensa in una prima assemblea pubblica nella quale saranno presentate quattro relazioni relative a quattro iniziali tavoli tematici: La Bellezza, Il Territorio, Le Relazioni, Il Sogno. Saranno quattro gruppi di lavoro che potranno successivamente smembrarsi in altri gruppi, man mano che i lavori andranno avanti e nasceranno nuove proposte.

Lo scopo del Forum è quello di lanciare proposte,  idee ed azioni dirette che, pubblicate ed attivate in successione, possano far capire ai partiti politici che  hanno orecchie attente, quali sono le esigenze dei cittadini, quali i temi più sentiti, quali le soluzioni ai tantissimi problemi che gli abitanti di una città come Tivoli si trovano davanti.

Le adesioni sono aperte, l’invito ad aderire e a confrontarsi realmente con i temi, studiando e spendendo per la città una parte del proprio tempo, è esteso a tutti i cittadini e ad ogni realtà associativa, imprenditoriale, culturale, politica. Il lavoro sarà lungo ma non solo intellettuale, dal Forum nasceranno anche azioni dirette sul territorio tiburtino, per coinvolgere i cittadini in un modo nuovo di agire a favore della città tiburtina e delle sue problematiche, come è stato già fatto in occasione del passaggio del Giro d’Italia davanti alla muraglia di Ponte Lucano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *