• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Un marchio di qualità sociale alle imprese responsabili

MONTEROTONDO: Un marchio di qualità sociale alle imprese responsabili

L’istituzione di un marchio che certifichi la qualità sociale delle imprese del territorio. E’ quanto si propone
il progetto “All together”, avviato dall’Amministrazione comunale con la partecipazione al relativo bando
europeo, attraverso il quale incentivare un maggior senso di responsabilità sociale da parte del tessuto
imprenditoriale locale.
« Da qualche anno il concetto di responsabilità sociale ha assunto un’importanza particolare nell’ambito
delle scelte strategiche delle aziende – spiega l’assessore alla formazione professionale Pietro Oddo –
complici da un lato le potenzialità come i rischi della globalizzazione, dall’altro la grave crisi economica
che spinge sempre più verso una ridefinizione dei modelli d’impresa e verso la ricerca di una competitività
maggiormente responsabile, l’attenzione delle imprese verso le questioni etiche, sociali e ambientali è
diventata prioritaria, al punto da divenire parte integrante di precise metodologie di marketing. Il progetto
di istituire un marchio di cui possano fregiarsi le imprese che dimostrino la propria qualità sociale mira
proprio a radicare maggiormente l’indubbia consapevolezza del nostro territorio verso questi temi,
sostenendola, anche economicamente, con iniziative e programmi riconoscibili e validi dal punto di vista
pratico».
Il progetto si snoderà secondo un percorso che prevede l’organizzazione di occasioni internazionali
di incontro e scambio d’esperienza con tutte le realtà, pubbliche e private, aderenti al progetto stesso,
azioni formative che accompagnino le aziende ad acquisire i requisiti per l’accreditamento nonché la
definizione e la registrazione del marchio vero e proprio.
Successivamente potranno essere realizzati tirocini formativi con borse lavoro di persone appartenenti
a categorie svantaggiate presso le aziende aderenti, sarà istituito l’Albo per le aziende accreditate del
marchio e organizzate iniziative pubbliche a livello europeo per il riconoscimento alle aziende che
avranno acquisito i requisiti previsti.
A livello territoriale il progetto si completerà con la programmazione di iniziative pubbliche territoriali
volte alla pubblicizzazione del marchio e a dare visibilità alle aziende che lo hanno acquisito, con
l’istituzione di un riconoscimento annuale per le aziende che si saranno distinte per l’attenzione alle
tematiche sociali e con l’individuazione di incentivi e sistemi di agevolazione per eventuali affidamenti
pubblici ad aziende in possesso del marchio di qualità sociale.
Tra le realtà partner del progetto il Consorzio area industriale, le cooperative sociali Folias e Il
Pungiglione, il comune di Ovada in Piemonte e quelli di Lille (Francia) e Lisbona (Portogallo).
«L’istituzione del marchio di responsabilità sociale per le imprese ” aggiunge il sindaco Alessandri ” è
una di quelle iniziative che esplicitano chiaramente il senso del nostro impegno per la realizzazione di un
modello di sviluppo sostenibile, attento alla qualità della vita di tutti i cittadini, incentrato sull’equilibrio
tra prospettive di crescita, bisogni, esigenze e risorse disponibili. Anche nel caso specifico partiamo
sapendo di poter contare su solide basi, su un senso di responsabilità di cui certo non difetta il nostro
tessuto imprenditoriale e sulla particolare attenzione che tradizionalmente Monterotondo riserva alle
tematiche dell’ integrazione e della valorizzazione sociale».

L’istituzione di un marchio che certifichi la qualità sociale delle imprese del territorio. E’ quanto si propone il progetto “All together”, avviato dall’Amministrazione comunale con la partecipazione al relativo bando europeo, attraverso il quale incentivare un maggior senso di responsabilità sociale da parte del tessuto imprenditoriale locale. “Da qualche anno il concetto di responsabilità sociale ha assunto un’importanza particolare nell’ambito delle scelte strategiche delle aziende – spiega l’assessore alla formazione professionale Pietro Oddo – complici da un lato le potenzialità come i rischi della globalizzazione, dall’altro la grave crisi economica che spinge sempre più verso una ridefinizione dei modelli d’impresa e verso la ricerca di una competitività maggiormente responsabile, l’attenzione delle imprese verso le questioni etiche, sociali e ambientali è diventata prioritaria, al punto da divenire parte integrante di precise metodologie di marketing. Il progetto di istituire un marchio di cui possano fregiarsi le imprese che dimostrino la propria qualità sociale mira proprio a radicare maggiormente l’indubbia consapevolezza del nostro territorio verso questi temi, sostenendola, anche economicamente, con iniziative e programmi riconoscibili e validi dal punto di vista pratico”.

Il progetto si snoderà secondo un percorso che prevede l’organizzazione di occasioni internazionali di incontro e scambio d’esperienza con tutte le realtà, pubbliche e private, aderenti al progetto stesso, azioni formative che accompagnino le aziende ad acquisire i requisiti per l’accreditamento nonché la definizione e la registrazione del marchio vero e proprio. Successivamente potranno essere realizzati tirocini formativi con borse lavoro di persone appartenenti a categorie svantaggiate presso le aziende aderenti, sarà istituito l’Albo per le aziende accreditate del marchio e organizzate iniziative pubbliche a livello europeo per il riconoscimento alle aziende che avranno acquisito i requisiti previsti.

A livello territoriale il progetto si completerà con la programmazione di iniziative pubbliche territoriali volte alla pubblicizzazione del marchio e a dare visibilità alle aziende che lo hanno acquisito, con l’istituzione di un riconoscimento annuale per le aziende che si saranno distinte per l’attenzione alle tematiche sociali e con l’individuazione di incentivi e sistemi di agevolazione per eventuali affidamenti pubblici ad aziende in possesso del marchio di qualità sociale. Tra le realtà partner del progetto il Consorzio area industriale, le cooperative sociali Folias e Il Pungiglione, il comune di Ovada in Piemonte e quelli di Lille (Francia) e Lisbona (Portogallo).

“L’istituzione del marchio di responsabilità sociale per le imprese ” aggiunge il sindaco Alessandri ” è una di quelle iniziative che esplicitano chiaramente il senso del nostro impegno per la realizzazione di un modello di sviluppo sostenibile, attento alla qualità della vita di tutti i cittadini, incentrato sull’equilibrio tra prospettive di crescita, bisogni, esigenze e risorse disponibili. Anche nel caso specifico partiamo sapendo di poter contare su solide basi, su un senso di responsabilità di cui certo non difetta il nostro tessuto imprenditoriale e sulla particolare attenzione che tradizionalmente Monterotondo riserva alle tematiche dell’ integrazione e della valorizzazione sociale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *