• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / TIVOLI: Ufficio Anagrafe? Quattro gatti per 70.000 abitanti

TIVOLI: Ufficio Anagrafe? Quattro gatti per 70.000 abitanti

USB interna del comune di Tivoli sta riscontrando in questi ultimi mesi un immobilismo preoccupante da parte dell’amministrazione , della dirigenza e del sindacato interno. Per quanto riguarda la contrattazione interna tra parte pubblica ed RSU, ancora peggio.
Sono anni che si assiste a balletti e strette di mano senza aver tramutato le parole in accordi sottoscritti per il personale.  Ad esempio sembrava tutto fatto per il rafforzamento dell’ufficio Anagrafe e Stato civile: la riapertura delle delegazioni, potenziamento dell’organico del settore dei
servizi demografici e invece a distanza di quasi un anno , malgrado le continue sollecitazioni del  personale interno , l’amministrazione e la dirigenza non ha concretizzato l’impegno né definito tempi ri realizzazione.
.
Per quanto riguarda gli scorrimenti orizzontali , anche qui tutto fermo, il personale del comune di Tivoli è fermo non ha alcuna possibilità di avanzamento. È un quadro politico e sindacale mediocre e melmoso non esiste nessun interesse per una gestione del personale e per l’organizzazione del  lavoro ne dei servizi, che perdono in qualità e non sono sufficienti per il cittadino
Per questi  motivi e per il funzionamento dei servizi pubblici per i cittadini, l’Unione Sindacale di Base  del Comune di Tivoli organizza da oggi, lunedi 09/05/2011, una serie di forme di protesta  nei confronti di questa amministrazione iniziando dai servizi demografici, partendo con questo volantinaggio informativo per chiedere
– integrazione del programma del fabbisogno del personale per gli anni
2011/2013 con nuove e maggiori assunzioni
– riorganizzazione del personale
– riqualificazione del personale
– concorsi interni
– scorrimenti orizzontali
Le USB chiedono ai lavoratori del comune di Tivoli di mobilitarsi per iniziare una serie di azioni atte a giungere ad una corretta contrattazione per il beneficio dei servizi e dei lavoratori stessi. Chiedono alla cittadinanza di protestare per quei servizi che ritengono carenti e insufficienti come il numero insufficiente di personale  agli sportelli demografici.

USB interna del comune di Tivoli sta riscontrando in questi ultimi mesi un immobilismo preoccupante da parte dell’amministrazione , della dirigenza e del sindacato interno. Per quanto riguarda la contrattazione interna tra parte pubblica ed RSU, ancora peggio. Sono anni che si assiste a balletti e strette di mano senza aver tramutato le parole in accordi sottoscritti per il personale.  Ad esempio sembrava tutto fatto per il rafforzamento dell’ufficio Anagrafe e Stato civile: la riapertura delle delegazioni, potenziamento dell’organico del settore dei servizi demografici e invece a distanza di quasi un anno , malgrado le continue sollecitazioni del  personale interno , l’amministrazione e la dirigenza non ha concretizzato l’impegno né definito tempi ri realizzazione.

Per quanto riguarda gli scorrimenti orizzontali , anche qui tutto fermo, il personale del comune di Tivoli è fermo non ha alcuna possibilità di avanzamento. È un quadro politico e sindacale mediocre e melmoso non esiste nessun interesse per una gestione del personale e per l’organizzazione del  lavoro ne dei servizi, che perdono in qualità e non sono sufficienti per il cittadino Per questi  motivi e per il funzionamento dei servizi pubblici per i cittadini, l’Unione Sindacale di Base  del Comune di Tivoli organizza da oggi, lunedi 09/05/2011, una serie di forme di protesta  nei confronti di questa amministrazione iniziando dai servizi demografici, partendo con questo volantinaggio informativo per chiedere:

– integrazione del programma del fabbisogno del personale per gli anni 2011/2013 con nuove e maggiori assunzioni

– riorganizzazione del personale

– riqualificazione del personale

– concorsi interni

– scorrimenti orizzontali

Le USB chiedono ai lavoratori del comune di Tivoli di mobilitarsi per iniziare una serie di azioni atte a giungere ad una corretta contrattazione per il beneficio dei servizi e dei lavoratori stessi. Chiedono alla cittadinanza di protestare per quei servizi che ritengono carenti e insufficienti come il numero insufficiente di personale  agli sportelli demografici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *