• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Conferenza “Asia Centrale, le minacce cinesi e talebane in Ladakh e Afghanistan”

MONTEROTONDO: Conferenza “Asia Centrale, le minacce cinesi e talebane in Ladakh e Afghanistan”

L’UPE organizza la conferenza, “Asia Centrale, le minacce cinesi e talebane in Ladakh e Afghanistan:
egemonia politica contro culture ultramillenarie” con Brunella Caprili Mercoledì 25 Maggio 2011, alle ore 17.30 presso la Biblioteca “Paolo Angelani” a Monterotondo.
Cosa hanno in comune la regione indiana del Ladakh, ai margini del Tibet, e il sud-est dell’Afghanistan? Appartenenza geografica a parte, in queste due regioni sono radicate due culture, quella pashtun in Afghanistan e quella tibetana in Ladakh, che oggi devono fare i conti con i forti interessi geopolitici che si concentrano in queste due aree: interessi Cinesi, Pakistani, Indiani, Iraniani, Americani, nonché le confessioni Buddhista, Musulmana Sciita, Musulmana Sunnita e Induista si mescolano, formando un insieme pericoloso di interessi economici, strategici e ideologici.
In mezzo a tutto ciò si trovano i padroni di casa del Ladakh e dell’Afghanistan, tuttora rappresentanti di culture antiche e fino a poco tempo fa incontaminate; culture che rischiano di essere schiacciate dall’avidità e dagli interessi di potenze più forti di loro.
Ingresso Libero

L’UPE organizza la conferenza, “Asia Centrale, le minacce cinesi e talebane in Ladakh e Afghanistan: egemonia politica contro culture ultramillenarie” con Brunella Caprili Mercoledì 25 Maggio 2011, alle ore 17.30 presso la Biblioteca “Paolo Angelani” a Monterotondo. Cosa hanno in comune la regione indiana del Ladakh, ai margini del Tibet, e il sud-est dell’Afghanistan? Appartenenza geografica a parte, in queste due regioni sono radicate due culture, quella pashtun in Afghanistan e quella tibetana in Ladakh, che oggi devono fare i conti con i forti interessi geopolitici che si concentrano in queste due aree: interessi Cinesi, Pakistani, Indiani, Iraniani, Americani, nonché le confessioni Buddhista, Musulmana Sciita, Musulmana Sunnita e Induista si mescolano, formando un insieme pericoloso di interessi economici, strategici e ideologici.

In mezzo a tutto ciò si trovano i padroni di casa del Ladakh e dell’Afghanistan, tuttora rappresentanti di culture antiche e fino a poco tempo fa incontaminate; culture che rischiano di essere schiacciate dall’avidità e dagli interessi di potenze più forti di loro.

Ingresso Libero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *