• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / GUIDONIA: Lettera aperta del Comitato per il Carnevale all’Assessore alla Cultura

GUIDONIA: Lettera aperta del Comitato per il Carnevale all’Assessore alla Cultura

Domenica scorsa abbiamo sperato fino all’ultimo che spuntasse all’orizzonte  un  Carro Allegorico…ma di quelli veri, quelli da 32metri quadri di superficie e 7 di altezza…quelli che fino ad un paio di anni fa riempivano la carreggiata ,da cui prendevano il volo migliaia di coriandoli; quelli su cui ballavano e cantavano decine di bambini, quelli su cui dedicavano tempo e fatica tante persone di buona volontà. Abbiamo sperato che ce ne fosse  uno, uno solo che potesse far brillare di meraviglia gli occhi dei nostri bambini, così come per tanti anni hanno brillato i nostri.
Mai speranza è stata così mal riposta, mai sfilata è stata così povera, triste, disordinata e disorganizzata.
E’ stato forse migliore lo “spettacolo” di martedì grasso, giorno in cui hanno sfilato carri più grandi “acquistati” dall’amministrazione per l’occasione? A noi sembra che il risultato, a livello di coinvolgimento della comunità, sia stato esattamente lo stesso della sfilata precedente.  Un brutto sogno, una sfilata senza “cuore”….abbiamo assistito ad entrambe DISORIENTATI.  Guidonia merita questo?
Noi crediamo di no, un buon assessore alla Cultura non può volere che l’unica manifestazione che ha sempre catalizzato l’attenzione  di migliaia di persone possa finire in modo così anonimo.
Siamo certi che non è né un problema di finanziamenti (la somma stanziata quest’anno, a fronte di un risultato di gran lunga inferiore, è molto di più di quanto da noi richiesto lo scorso anno e negli anni precedenti) né un problema di volontà politica, visto che Lei stesso , come l’ amministrazione di cui fa parte crede nelle potenzialità delle associazioni del territorio. Quindi qual è il problema reale? La mancata richiesta  formale indirizzata a Lei per l’organizzazione della sfilata? Le ricordiamo a tal proposito che nei 28anni passati era il COMITATO per il Carnevale ad organizzare la sfilata ed il Comune si  limitava a dare il patrocinio ed un rimborso spese che si è aggirava sempre intorno ai 10.000€. Inoltre ci teniamo a precisare che mai il Comitato ha iniziato la creazione dei carri in settembre, perché la struttura che ci ha ospitato per anni veniva consegnata dall’Amministrazione Comunale  dopo il 6 gennaio. Abbiamo letto increduli  queste affermazioni che Lei ha rilasciato ad un quotidiano locale; crediamo però  Lei sia  poco e male informato sulle dinamiche che hanno sempre caratterizzato questo tipo di organizzazione.  Non importa, abbiamo fatto l’abitudine, negli anni a dover spiegare all’assessore di turno cosa abbiamo fatto in passato e cosa vorremmo fare in futuro e continueremo a farlo  se servisse a dare un futuro concreto alla manifestazione.
Proprio per questo già nelle prossime settimane  Le invieremo una  richiesta scritta per l’organizzazione della sfilata del 2012. Ci metta di nuovo nelle condizioni di lavorare adeguatamente – e per tempo – presso una struttura fissa o amovibile da Lei opportunamente individuata e vedrà che il prossimo anno la Sfilata di Carnevale sarà di nuovo degna di essere chiamata tale, con immensa  gratitudine da parte nostra e di tutti quelli che hanno condiviso con noi la gioia di questa manifestazione.
Il presidente
Paolo Aprile

Domenica scorsa abbiamo sperato fino all’ultimo che spuntasse all’orizzonte  un  Carro Allegorico…ma di quelli veri, quelli da 32metri quadri di superficie e 7 di altezza…quelli che fino ad un paio di anni fa riempivano la carreggiata ,da cui prendevano il volo migliaia di coriandoli; quelli su cui ballavano e cantavano decine di bambini, quelli su cui dedicavano tempo e fatica tante persone di buona volontà. Abbiamo sperato che ce ne fosse  uno, uno solo che potesse far brillare di meraviglia gli occhi dei nostri bambini, così come per tanti anni hanno brillato i nostri.

Mai speranza è stata così mal riposta, mai sfilata è stata così povera, triste, disordinata e disorganizzata.

E’ stato forse migliore lo “spettacolo” di martedì grasso, giorno in cui hanno sfilato carri più grandi “acquistati” dall’amministrazione per l’occasione? A noi sembra che il risultato, a livello di coinvolgimento della comunità, sia stato esattamente lo stesso della sfilata precedente.  Un brutto sogno, una sfilata senza “cuore”….abbiamo assistito ad entrambe DISORIENTATI.  Guidonia merita questo? Noi crediamo di no, un buon assessore alla Cultura non può volere che l’unica manifestazione che ha sempre catalizzato l’attenzione  di migliaia di persone possa finire in modo così anonimo.

Siamo certi che non è né un problema di finanziamenti (la somma stanziata quest’anno, a fronte di un risultato di gran lunga inferiore, è molto di più di quanto da noi richiesto lo scorso anno e negli anni precedenti) né un problema di volontà politica, visto che Lei stesso , come l’ amministrazione di cui fa parte crede nelle potenzialità delle associazioni del territorio. Quindi qual è il problema reale? La mancata richiesta  formale indirizzata a Lei per l’organizzazione della sfilata? Le ricordiamo a tal proposito che nei 28anni passati era il COMITATO per il Carnevale ad organizzare la sfilata ed il Comune si  limitava a dare il patrocinio ed un rimborso spese che si è aggirava sempre intorno ai 10.000€. Inoltre ci teniamo a precisare che mai il Comitato ha iniziato la creazione dei carri in settembre, perché la struttura che ci ha ospitato per anni veniva consegnata dall’Amministrazione Comunale  dopo il 6 gennaio. Abbiamo letto increduli  queste affermazioni che Lei ha rilasciato ad un quotidiano locale; crediamo però  Lei sia  poco e male informato sulle dinamiche che hanno sempre caratterizzato questo tipo di organizzazione.  Non importa, abbiamo fatto l’abitudine, negli anni a dover spiegare all’assessore di turno cosa abbiamo fatto in passato e cosa vorremmo fare in futuro e continueremo a farlo  se servisse a dare un futuro concreto alla manifestazione.

Proprio per questo già nelle prossime settimane  Le invieremo una  richiesta scritta per l’organizzazione della sfilata del 2012. Ci metta di nuovo nelle condizioni di lavorare adeguatamente – e per tempo – presso una struttura fissa o amovibile da Lei opportunamente individuata e vedrà che il prossimo anno la Sfilata di Carnevale sarà di nuovo degna di essere chiamata tale, con immensa  gratitudine da parte nostra e di tutti quelli che hanno condiviso con noi la gioia di questa manifestazione.

Il presidente

Paolo Aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *