• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!


Home / Blog / TIVOLI: Colagrossi, “Interrogazione sul fenomeno delle subsidenze

TIVOLI: Colagrossi, “Interrogazione sul fenomeno delle subsidenze

“Due interrogazioni per chiedere nuovi finanziamenti, e per chiedere lo stato dei lavori di messa in sicurezza degli edifici lesionati e di verifica nuove situazioni di dissesto dovute al fenomeno della subsidenza in zona Tivoli Terme”.
L’ha presentata alla presidente Polverini il consigliere dell’Italia dei Valori, Giovanni Colagrossi. «Nelle interrogazioni, firmate da tutto il gruppo Idv in consiglio regionale, Colagrossi chiede inoltre quali provvedimenti urgenti intendono adottare per affrontare il
persistere degli enormi problemi causati dalla subsidenza. Il fenomeno, presentatosi nella zona da diversi anni, riguarda l’abbassamento verticale del terreno, con gravi danni agli edifici, dovuto agli scavi nelle cave di Tivoli e dintorni. Il Consiglio dei ministri lo scorso 31 luglio ha revocato lo stato d’emergenza, ma l’effetto subsidenza nel territorio di Tivoli Terme continua oltre il perimetro delimitato e il terreno continua a cedere inesorabilmente e nuove crepe si aprono nei muri degli edifici – prosegue – Ad oggi gli
oltre 50 milioni di euro finanziati alla Protezione Civile tramite la Regione Lazio per fronteggiare l’emergenza non sono stati sufficienti a contrastare il fenomeno e allo stato attuale rimangono esclusi dai controlli e dagli interventi di consolidamento molti edifici». “La situazione di incertezza e preoccupazione – conclude il consigliere IdV – alimenta una grande apprensione tra le famiglie, le quali non vedono la luce in fondo al tunnel di questa emergenza, fatta di cantieri ancora aperti, inagibilità delle proprie abitazioni e verifiche di dissesto non effettuate”.

“Due interrogazioni per chiedere nuovi finanziamenti, e per chiedere lo stato dei lavori di messa in sicurezza degli edifici lesionati e di verifica nuove situazioni di dissesto dovute al fenomeno della subsidenza in zona Tivoli Terme”. L’ha presentata alla presidente Polverini il consigliere dell’Italia dei Valori, Giovanni Colagrossi. «Nelle interrogazioni, firmate da tutto il gruppo Idv in consiglio regionale, Colagrossi chiede inoltre quali provvedimenti urgenti intendono adottare per affrontare il

persistere degli enormi problemi causati dalla subsidenza. Il fenomeno, presentatosi nella zona da diversi anni, riguarda l’abbassamento verticale del terreno, con gravi danni agli edifici, dovuto agli scavi nelle cave di Tivoli e dintorni. Il Consiglio dei ministri lo scorso 31 luglio ha revocato lo stato d’emergenza, ma l’effetto subsidenza nel territorio di Tivoli Terme continua oltre il perimetro delimitato e il terreno continua a cedere inesorabilmente e nuove crepe si aprono nei muri degli edifici – prosegue – Ad oggi gli

oltre 50 milioni di euro finanziati alla Protezione Civile tramite la Regione Lazio per fronteggiare l’emergenza non sono stati sufficienti a contrastare il fenomeno e allo stato attuale rimangono esclusi dai controlli e dagli interventi di consolidamento molti edifici». “La situazione di incertezza e preoccupazione – conclude il consigliere IdV – alimenta una grande apprensione tra le famiglie, le quali non vedono la luce in fondo al tunnel di questa emergenza, fatta di cantieri ancora aperti, inagibilità delle proprie abitazioni e verifiche di dissesto non effettuate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *