• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / MENTANA: Anche Mentana ricorda gli eccidi delle Foibe

MENTANA: Anche Mentana ricorda gli eccidi delle Foibe

La tragedia di una nazione deve essere un momento di unità per ritrovare quei sentimenti che fanno di un popolo una Patria. E’ questo lo spirito con cui, anche nel Comune di Mentana, verranno ricordati gli “Eccidi delle Foibe”.
Venerdì 11 febbraio 2011, alle ore 18:30, presso la “Galleria Borghese” la “Giovane Italia – Circolo Nomentum” presenterà un’importante conferenza sulle tristi vicende che colpirono migliaia di nostri connazionali tra il 1943 ed il 1945.
Ospite d’eccezione è la scrittrice Maria Antonietta Marocchi che, attraverso il suo
libro “Foibe (S)Conosciute”, proporrà una sintesi di storie, testimonianze e documenti di tutti i nostri connazionali che subirono atroci torture, patirono la prigionia e trovarono la morte nelle foibe per mano degli jugoslavi di Tito, accusati di un’unica colpa: quella di essere italiani.
Tanti di noi sono cresciuti senza sapere praticamente nulla di quella tragedia, aggiunge Alesiani Marco, Presidente del “Circolo Nomentum”; finalmente, dopo anni di oblio la “Questione Foibe” torna ad essere parte della storia d’Italia, della nostra storia. È importante mantenere vivo il ricordo del dramma di moltissimi italiani che perseguitati dall’odio nazionalista dei comunisti di Tito cercarono disperato rifugio nella città giuliana.
Prenderanno parte all’evento l’On. Fabio Rampelli e l’On. Francesco Lollobrigida,
esponenti di spicco del Popolo delle Libertà, da sempre impegnati nella lotta per il
riconoscimento storico e culturale della tragedia delle foibe e Maurizio Guccini, Presidente Provinciale della “Giovane Italia”.
E’ importante che le istituzioni politiche, in questi momenti, diano prova della loro
presenza e del loro sostegno, continua Alesiani, ad una battaglia ancora scomoda e per
nulla conclusa. La partecipazione, alla nostra conferenza, dell’On. Rampelli e dell’On.
Lollobrigida consolida il rapporto di stima e di fiducia tra la nostra comunità cittadina e le più alte istituzioni dello Stato che dovrà tramutarsi in azione concreta sul nostro territorio.

La tragedia di una nazione deve essere un momento di unità per ritrovare quei sentimenti che fanno di un popolo una Patria. E’ questo lo spirito con cui, anche nel Comune di Mentana, verranno ricordati gli “Eccidi delle Foibe”. Venerdì 11 febbraio 2011, alle ore 18:30, presso la “Galleria Borghese” la “Giovane Italia – Circolo Nomentum” presenterà un’importante conferenza sulle tristi vicende che colpirono migliaia di nostri connazionali tra il 1943 ed il 1945. Ospite d’eccezione è la scrittrice Maria Antonietta Marocchi che, attraverso il suo libro “Foibe (S)Conosciute”, proporrà una sintesi di storie, testimonianze e documenti di tutti i nostri connazionali che subirono atroci torture, patirono la prigionia e trovarono la morte nelle foibe per mano degli jugoslavi di Tito, accusati di un’unica colpa: quella di essere italiani.

Tanti di noi sono cresciuti senza sapere praticamente nulla di quella tragedia, aggiunge Alesiani Marco, Presidente del “Circolo Nomentum”; finalmente, dopo anni di oblio la “Questione Foibe” torna ad essere parte della storia d’Italia, della nostra storia. È importante mantenere vivo il ricordo del dramma di moltissimi italiani che perseguitati dall’odio nazionalista dei comunisti di Tito cercarono disperato rifugio nella città giuliana. Prenderanno parte all’evento l’On. Fabio Rampelli e l’On. Francesco Lollobrigida, esponenti di spicco del Popolo delle Libertà, da sempre impegnati nella lotta per il riconoscimento storico e culturale della tragedia delle foibe e Maurizio Guccini, Presidente Provinciale della “Giovane Italia”.

E’ importante che le istituzioni politiche, in questi momenti, diano prova della loro presenza e del loro sostegno, continua Alesiani, ad una battaglia ancora scomoda e per nulla conclusa. La partecipazione, alla nostra conferenza, dell’On. Rampelli e dell’On. Lollobrigida consolida il rapporto di stima e di fiducia tra la nostra comunità cittadina e le più alte istituzioni dello Stato che dovrà tramutarsi in azione concreta sul nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *