• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Cultura e Spettacolo / MENTANA: Concerto “Mater(i)a Prima Suite”

MENTANA: Concerto “Mater(i)a Prima Suite”

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Mentana nell’ambito delle attività culturali della Biblioteca Comunale presenta Sabato 5 febbraio 2011 alle ore 18,00 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale, il concerto “Mater(i)a Prima Suite”. Cinque pezzi per Contrabbasso e Pianoforte. “Mater(i)a prima è dedicata alla città di Matera – dice Gianfranco Tedeschi – mi fu commissionata per un organico orchestrale di dieci elementi da una produzione internazionale. Il lavoro è stato eseguito nel novembre del 2010 e sarà replicato nell’estate 2011 in diversi festival europei. La versione per contrabbasso e pianoforte non è una riduzione del lavoro precedente ma una vera e propria rilettura con intere sezioni originali e libere improvvisazioni. Il risultato è una scrittura secca ed affilata, modulabile e componibile, con un fondo di leggero umorismo e con dichiarati debiti nei confronti di amati maestri”.
Ingresso libero.

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Mentana nell’ambito delle attività culturali della Biblioteca Comunale presenta Sabato 5 febbraio 2011 alle ore 18,00 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale, il concerto “Mater(i)a Prima Suite”. Cinque pezzi per Contrabbasso e Pianoforte. “Mater(i)a prima è dedicata alla città di Matera – dice Gianfranco Tedeschi – mi fu commissionata per un organico orchestrale di dieci elementi da una produzione internazionale. Il lavoro è stato eseguito nel novembre del 2010 e sarà replicato nell’estate 2011 in diversi festival europei. La versione per contrabbasso e pianoforte non è una riduzione del lavoro precedente ma una vera e propria rilettura con intere sezioni originali e libere improvvisazioni. Il risultato è una scrittura secca ed affilata, modulabile e componibile, con un fondo di leggero umorismo e con dichiarati debiti nei confronti di amati maestri”.

Ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *