• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / TIVOLI: Rocca Pia: restauro terminato da poco e già ci sono infiltrazioni

TIVOLI: Rocca Pia: restauro terminato da poco e già ci sono infiltrazioni

Da alcuni giorni una grossa infiltrazione di acqua piovana è visibile sulla torre mezzana della Rocca Pia. E’ presumibile che, a causa della mancanza di manutenzione, si sia otturato, a causa del guano degli uccelli o di qualche altro elemento, un canale di scolo del camminamento. Viste le dimensioni della macchia e lo spessore dei muri potremmo supporre che qualche ambiente interno si sia allagato. Eppure sono terminati da poco i lavori di restauro e messa in sicurezza che dovrebbero consentire a breve la riapertura al pubblico e l’installazione di un centro per le informazioni turistiche di quello che sarà il Polo Culturale Tiburtino articolato sul coordinamento delle tre
Ville, il Santuario di Ercole Vincitore e la Rocca stessa.
Nel segnalare la perdita ci permettiamo di esprimere preoccupazione per le sorti del
monumento fatto erigere da Pio II, non per la robustezza che continua a dimostrare nonostante il passare dei secoli ma per l’assoluta incuria cui sembra essere esposto.
Ci chiediamo: è’ possibile che dopo corposi e costosi lavori di restauro si manifesti un inconveniente del genere, mai osservato negli ultimi anni e che può aver causato danni? Saranno stati collaudati i lavori che alla cittadinanza furono presentati solo in fase di progetto? E’ possibile che non ci sia un qualche incaricato che ogni tanto faccia ogni tanto un giro di controllo negli ambienti?
Il monumento, che non è stato ancora riconsegnato alla Soprintendenza dal Comune che ne
ha gestito i lavori di restauro, non può tornare al precedente stato di abbandono che permise anche scorrerie di vandali e stupidi furti.
Conoscendo le difficoltà di bilancio di Comune e Soprintendenze il Circolo Legambiente
e le associazioni di Protezione che con il Circolo collaborano si offrono volontariamente e gratuitamente per un periodico servizio di controllo all’esterno e negli ambienti interni fino a quando il monumento sarà riaperto.
Gianni Innocenti
(Presidente)

Da alcuni giorni una grossa infiltrazione di acqua piovana è visibile sulla torre mezzana della Rocca Pia. E’ presumibile che, a causa della mancanza di manutenzione, si sia otturato, a causa del guano degli uccelli o di qualche altro elemento, un canale di scolo del camminamento. Viste le dimensioni della macchia e lo spessore dei muri potremmo supporre che qualche ambiente interno si sia allagato. Eppure sono terminati da poco i lavori di restauro e messa in sicurezza che dovrebbero consentire a breve la riapertura al pubblico e l’installazione di un centro per le informazioni turistiche di quello che sarà il Polo Culturale Tiburtino articolato sul coordinamento delle tre Ville, il Santuario di Ercole Vincitore e la Rocca stessa.

Nel segnalare la perdita ci permettiamo di esprimere preoccupazione per le sorti del monumento fatto erigere da Pio II, non per la robustezza che continua a dimostrare nonostante il passare dei secoli ma per l’assoluta incuria cui sembra essere esposto.

Ci chiediamo: è’ possibile che dopo corposi e costosi lavori di restauro si manifesti un inconveniente del genere, mai osservato negli ultimi anni e che può aver causato danni? Saranno stati collaudati i lavori che alla cittadinanza furono presentati solo in fase di progetto? E’ possibile che non ci sia un qualche incaricato che ogni tanto faccia ogni tanto un giro di controllo negli ambienti?

Il monumento, che non è stato ancora riconsegnato alla Soprintendenza dal Comune che ne ha gestito i lavori di restauro, non può tornare al precedente stato di abbandono che permise anche scorrerie di vandali e stupidi furti. Conoscendo le difficoltà di bilancio di Comune e Soprintendenze il Circolo Legambiente e le associazioni di Protezione che con il Circolo collaborano si offrono volontariamente e gratuitamente per un periodico servizio di controllo all’esterno e negli ambienti interni fino a quando il monumento sarà riaperto.

Gianni Innocenti

(Presidente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *