• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / GUIDONIA: lettera al Sindaco

GUIDONIA: lettera al Sindaco

Gent.le sig. Sindaco di Guidonia Montecelio, Le scrivo poiche’ sono stato oggetto da parte dei suoi vigili urbani di un vero e proprio attacco e furto dei miei diritti .le scrivo non per contestarle la multa che mi hanno ingiustamente emesso , e per il quale ricorrero’ al giudice di pace, ma per quello che ho potuto leggere nel verbale. Un mucchio di falsita’ e di errori  enormi dettate solo dall’avere la divisa(peraltro senza cappello e distintivo del comune). Sono fortunato poiche’ nella mia autovettura c’erano testimoni che hanno potuto constatare quanto avvenuto. Dal verbale che le allego le elenco quanto non conforme alla realta’:

– l’orario della multa avvenuto un ora prima circa

– il civico della via sbagliato.

– La descrizione : io uscivo dalla rampa del garage del civico 7 e la mia autovettura era in direzione corretta del senso di marcia. Il vigile mi veniva incontro lui dicendomi che ero contromano( cosa non vera).per scendere e chiedere lumi ho dovuto per forza slacciare le cinture. Mi diceva che contestava verbalmente la cosa poiche’ non aveva il blocco dei verbali .Il tutto redatto su un foglio di carta A4 ( quello per le stampanti).

– la Sov.te come risulta dal verbale non era presente al momento della contestazione (pertanto la signora come fa a controfirmare un verbale di una cosa ne’ vista ne’ sentita).

Non e’ vero che c’erano altri veicoli in quel momento, pertanto (ammesso che avessero avuto il blocco dei verbali) avrebbero potuto farlo firmare tranquillamente al sottoscritto.

Inoltre, ed e’ questa la cosa piu’ grave non sono state inserite nel verbale inviatomi le mie dichiarazioni se pur trascritte sul sopracitato foglio di carta A4, in cui contestavo tale violazione e per di piu’ alla mia richiesta di sapere le generalita’ del vigile con cui avevo il colloquio mi veniva risposto “matr. 86”, peraltro non riscontrabile poiche’ come già sopra descritto il vigile in questione non aveva ne’ berretto ne’ distintivo , ne’ tanto meno  un tesserino di riconoscimento. Probabilmente come sempre il mio ricorso non verra’ accettato e paghero’ la multa,( gli avvocati costano cari) ma voglio che Lei sappia come tutti gli altri che leggeranno questa mail, che tipo di persone lavorano per il suo Comune ,e che non fanno altro che infangare il buon nome della citta’ che Lei presiede.

a Sua disposizione  e del Comandante dei vigili per eventuali chiarimenti sull’accaduto.

Distinti saluti

Andrea Gasperini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *