• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / FONTE NUOVA: Abbandono degli animali: dati allarmanti

FONTE NUOVA: Abbandono degli animali: dati allarmanti

 

Si è conclusa la Campagna Rionale di sensibilizzazione estiva per i cittadini di Fonte Nuova. Nel box trovate i dati raccolti durante il periodo Luglio-Settembre 2010. Ne parliamo con Vito Lo Russo, responsabile rionale.
“I risultati  – dice – ci devono far riflettere per migliorare il rapporto con l’ambiente che ci circonda e il rispetto di regole civili. Come si nota c’è molto da fare da un punto burocratico e organizzativo”.
E’ servita la campagna di sensibilizzazione?
“Come tutte le campagne che iniziano un percorso di sensibilizzaione è difficile trarre una conclusione ne puoi educare uno è cento ti scappano. Devo dire che noi dei rioni non abbiamo avuto nessuna convenzione comunale per incentivare a non abusare sugli animali, e quindi è stato un porta aporta, ci ripromettiamo per la prossima stagione di comunicare meglio un messaggio di civiltà e amore per gli animali se l’amministrazione ci aiuterà”.
Il problema delle carcasse ai lati delle strade: cosa deve fare un cittadini se he avvista una?
“La logica e la procedura dice di effettuare una chiamata alla polizia locale che a sua volta avverte via fax la Asl competente per effettuare la rimozione. Tutti devono impegnarsi. Un esempio documentato: su via Nomentana un gatto investito e morto ed rimasto per ben 7 giorni in balia di automobili e camion, improvvisamente all’ottavo giorno è sparito, mi domando: è stato raccolto dal servizio o qualche cittadino l’ha gettato nel cassonetto per l’odore nausebondo!? E qui che scatta “l’osservatorio dei servizi” che vogliamo organizzare. Se, invece durante un incidente stradale ferisci un animale e non chiami i mezzi di soccorso veterinari e di vigilanza zoofila, rischi una multa di 1500 euro. Come si vede per questo problema, le leggi esistono, ma riusciamo a essere personi civili e mature nel nostro territorio?!”.

Si è conclusa la Campagna Rionale di sensibilizzazione estiva per i cittadini di Fonte Nuova. Nel box trovate i dati raccolti durante il periodo Luglio-Settembre 2010. Ne parliamo con Vito Lo Russo, responsabile rionale. “I risultati  – dice – ci devono far riflettere per migliorare il rapporto con l’ambiente che ci circonda e il rispetto di regole civili. Come si nota c’è molto da fare da un punto burocratico e organizzativo”.

 

E’ servita la campagna di sensibilizzazione?

“Come tutte le campagne che iniziano un percorso di sensibilizzaione è difficile trarre una conclusione ne puoi educare uno è cento ti scappano. Devo dire che noi dei rioni non abbiamo avuto nessuna convenzione comunale per incentivare a non abusare sugli animali, e quindi è stato un porta aporta, ci ripromettiamo per la prossima stagione di comunicare meglio un messaggio di civiltà e amore per gli animali se l’amministrazione ci aiuterà”.

Il problema delle carcasse ai lati delle strade: cosa deve fare un cittadino se he avvista una?

“La logica e la procedura dice di effettuare una chiamata alla polizia locale che a sua volta avverte via fax la asl competente per effettuare la rimozione. Posso garantire che tutti devono impegnarsi. Un esempio documentato, su via Nomentana un gatto investito e morto ed rimasto per ben 7 giorni in balia di automobili e camion, improvvisamente all’ottavo giorno e sparito, mi domando: è stato raccolto dal servizio o qualche cittadino l’ha gettato nel cassonetto per l’odore nausebondo!? E qui che scatta “l’osservatorio dei servizi” che vogliamo organizzare. Se,invece durante un incidente stradale ferisci un animale e non chiami i mezzi di soccorso veterinari e di vigilanza zoofila, rischi una multa di 1500 euro. E’ la norma del nuovo codice di sicurezza stradale approvato dal Senato. Le ultime misure, proposte dalla Lega antivivisezione (Lav), riconoscono per la prima volta gli animali come “esseri senzienti”, La nuova legge in vigore dal gennaio 2010 in base al Trattato dell’Unione Europea.prevede altri due importanti punti: il primo è che l’uso delle sirene acustiche lampeggianti sarà consentito anche alle autoambulanze veterinarie”. Ugualmente, è considerato stato di necessità il trasporto in una macchina privata di un animale in gravi condizioni, “cosa che ci consente di passare col rosso o di andare oltre i limiti di velocità, pur dovendo esibire documentazione adeguata in caso di controllo da parte delle forze dell’Ordine”. Come si vede per questo problema, le leggi esistono, ma riusciamo a essere personi civili e mature nel nostro territorio?!”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *