• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Unità d’intenti per salvare il SS Gonfalone

MONTEROTONDO: Unità d’intenti per salvare il SS Gonfalone

Massima intesa tra vertici sanitari del SS Gonfalone e Amministrazione comunale sulla linea di condotta sin qui tenuta per salvare il futuro dell’ ospedale. E’ quanto emerso nel corso dell’ incontro che il sindaco Alessandri ha avuto ieri mattina con i primari del nosocomio eretino: «Una visita doverosa, la mia – afferma il sindaco – per illustrare ai vertici sanitari dell’ ospedale i contenuti dell’ incontro avuto la scorsa settimana con la presidente Renata Polverini». Un incontro da cui il sindaco ha ricavato sensazioni che inducono alla fiducia se non ad un cauto ottimismo, condivise dai primari ospedalieri insieme ad una totale unità d’ intenti in vista dell’ obiettivo comune: salvare l’ ospedale eretino nell’ interesse di un territorio molto più vasto dei confini comunali.

«I vertici sanitari dell’ ospedale ” afferma ancora il sindaco ” hanno voluto manifestare la loro piena sintonia con la linea di condotta sin qui tenuta dall’ Amministrazione comunale sulla vicenda. Una posizione ferma e rigorosa, la nostra, che ha puntato sulla forza delle ragioni
senza cedere all’ isteria. Sappiamo che il futuro del SS Gonfalone non è al sicuro ma è comunque incoraggiante il fatto di aver avuto l’ occasione di confutare i dati in possesso della presidente e di aver comunque dimostrato la fondamentale importanza del nostro ospedale. Così come è rassicurante constatare che gli operatori sanitari sono al nostro fianco nella mobilitazione».

Convocata intanto per domani, mercoledì 20, l’assemblea dei sindaci del territorio di riferimento del nosocomio eretino. Ai colleghi primi cittadini il sindaco Alessandri esporrà i contenuti dell’ incontro con la Polverini, ringraziandoli per il coinvolgimento dimostrato e comunicando loro eventuali prossime iniziative comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *