• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / TIVOLI: L’Amministrazione Gallotti si presenta con una stangata per cittadini e imprese

TIVOLI: L’Amministrazione Gallotti si presenta con una stangata per cittadini e imprese

Alla prima occasione utile, cioè l’approvazione del riequilibrio di bilancio avvenuta nella seduta di Consiglio comunale di ieri sera, l’Amministrazione Gallotti si è presentata alla città nel peggiore dei modi aumentando di ben 700mila euro la Tariffa di Igiene Ambientale (TIA) e colpendo i cittadini e le imprese in un momento di grande difficoltà. La maggioranza di destra ha eliminato completamente il contributo annuale, pari a 700 mila euro, che l’Amministrazione di centrosinistra aveva inserito contestualmente al passaggio da tassa a tariffa per limitare gli aumenti dovuti all’applicazione puntuale del nuovo sistema di calcolo. Il risultato è che, senza tali contributi, alcune famiglie si vedranno raddoppiare o triplicare la bolletta, stesso discorso per le imprese, in particolare quelle del settore turistico cioè bar, alberghi e ristoranti, che si vedranno arrivare fatture fino a 30mila euro l’anno.

“Si tratta di una vera e propria batosta soprattutto per le famiglie con bassi redditi e per le aziende da parte di una maggioranza becera e ottusa che non ha voluto recepire la nostra proposta di mantenere inalterati i contributi – ha commentato Francesco Luciani, capogruppo del PD a Palazzo San Bernardino -. Abbiamo presentato un ordine del giorno in cui tra l’altro erano indicate anche le risorse economiche necessarie, cioè gli utili annuali delle Terme, ma lo hanno bocciato. Il riequilibrio approvato ieri è la chiarissima dimostrazione che questa maggioranza è assolutamente senza un progetto e senza idee per il futuro della città: nella manovra non c’è una linea politica, non c’è una proposta di sviluppo. Di fatto è lo stesso bilancio approvato dal commissario prefettizio e loro si sono semplicemente limitati a tagliare senza rendersi conto delle conseguenze, con l’avallo dell’assessore di Rifondazione comunista Capobianchi che ora cerca in modo grottesco di addossare le responsabilità dei loro problemi al bilancio della precedente amministrazione, bilancio che Capobianchi ha approvato e sostenuto da consigliere comunale. Questa è la più grande differenza che ci divide: la destra pensa soltanto al proprio tornaconto personale politico, provocando danni alla comunità intera. Noi invece abbiamo a cuore sempre e comunque il futuro e la crescita della città e lo abbiamo dimostrato anche ieri votando a favore dei lavori di riqualificazione del centro storico. Ben otto esponenti dell’attuale Amministrazione nel 2008, quando erano all’opposizione, invece votarono contro una deliberazione simile, relativa all’avvio degli interventi di riqualificazione nel centro. Per quel che ci riguarda, noi continueremo sempre a impegnarci per la crescita della città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *