• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Monterotondo, un ‘esempio ecologico”

MONTEROTONDO: Monterotondo, un ‘esempio ecologico”

Monterotondo dà il benvenuto alla delegazione della diocesi Alife-Caiazzo (Caserta), in visita alla città eretina nell’ambito del percorso formativo “Vita. Un puzzle dai mille colori”. Stamattina, 28 maggio, il vescovo della diocesi casertana monsignor Valentino Di Cerbo, accompagnato dall’avvocato Annamaria Gregorio responsabile diocesana dell’Ufficio problemi sociali, lavoro, giustizia e pace e da diverse decine di diocesani, sarà a Monterotondo per uno scambio culturale fortemente voluto dalla comunità campana nell’ambito del percorso formativo dedicato  a nuovi ed ecologicamente sostenibili stili di vita, basato soprattutto su testimonianze, esperienze dirette e confronti costruttivi. Il perché lo spiega la stessa avvocato Gregorio: «Tempo fa – afferma – ho seguito con molto interesse la puntata di Linea Verde che si occupava delle iniziative del distributore di acqua minerale e delle biciclette ecologiche realizzate nel vostro Comune». Da lì la richiesta d’incontro, in modo da organizzare una giornata formativa sulle buone pratiche ecologiche prendendo come “esempio” proprio le esperienze monterotondesi. 

«Siamo molto lieti di ricevere questa visita ” afferma il sindaco Alessandri ” e onorati di poter illustrare a sua eminenza monsignor Di Cerbo le nostre iniziative di contrasto al carovita e di contributo alla riduzione di rifiuti. Le fontana leggere, in particolare, la prima delle quali proprio in questi giorni festeggia un anno di vita e di straordinario successo, hanno portato a Monterotondo un beneficio d’immagine notevole oltre ai risultati tangibili per le economie familiari e le politiche ambientali. Essere d’esempio per altre realtà è uno stimolo ulteriore a proseguire la promozione di un diverso approccio nei confronti della filosofia del consumo e dell’acquisto, basato non sulla limitazione ma sul conseguimento di una convenienza oggettiva, di segno economico oltre che ambientale».

Il programma della giornata prevede la visita ad alcune aree verdi attrezzate, il giardino di via Adige e quello di viale Buozzi in Passeggiata, l’illustrazione delle attività di giardinaggio a cura della cooperativa sociale integrata Il Pungiglione, la visita al Centro socio-educativo di via don Milani dove, dopo l’illustrazione delle varie attività curate dalle cooperative Folias, Il Pungiglione e  Iskra, si terrà il pranzo di benvenuto a cui parteciperanno anche l’assessore ai Lavori pubblici Luigi Cavalli, altri rappresentanti dell’Amministrazione comunale e rappresentanti della Diocesi Suburbicaria Sabina-Poggio Mirteto.

Nel pomeriggio visita a Palazzo Orsini, dove la delegazione sarà ricevuta dal sindaco Alessandri; subito dopo visita agli impianti di distribuzione d’acqua e di latte alla spina, agli impianti fotovoltaici e dimostrazione uso biciclette elettriche e motorini ecologici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *