• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / CASTELNUOVO DI PORTO: Protestano gli Avvocati del Tribunale

CASTELNUOVO DI PORTO: Protestano gli Avvocati del Tribunale

Riceviamo e pubblichiamo Gli avvocati del Tribunale di Castelnuovo di Porto, riuniti in Assemblea in data 19 Maggio 2010, hanno approvato un documento di protesta con il quale si sottolinea la gravità della situazione venutasi a creare nell’ufficio giudiziario in questione per l’evidente insufficienza d’organico di giudici e personale rispetto al bacino d’utenza ed alle cause trattate.

1. Infatti Castelnuovo di Porto è ufficio giudiziario di assoluta rilevanza. Al rilevamento demografico del 2001 il numero degli abitanti residenti in comuni ricadenti nella sua competenza territoriale (99.991) era superiore a quello del tribunale ordinario di Rieti, (97.252)(N.D.: Fonte Comuni d’Italia.it). A fronte di tale bacino d’utenza e relativo carico di lavoro la dotazione organica sia di giudici che di personale è inferiore a quello assegnato a Palestrina, l’altra sezione distaccata del Tribunale di Tivoli, che pure ha un quarto di popolazione in meno (vedi web Tribunale di Tivoli). Le udienze penali finiscono puntualmente alle otto di sera. (Il Tribunale di Tivoli ha la stessa dotazione organica di Viterbo e Frosinone ma il quadruplo del lavoro in più (fonte Il Tempo cronaca di Roma 12/5/10). Ma ciò che è ancora più grave è a Castelnuovo di Porto da almeno otto anni sono vacanti due posti di cancelliere c2 ed uno di B3 (attualmente coperto con un’applicazione provvisoria).

2. Per ovviare a tali problemi gli unici provvedimenti presi dalle autorità sono stati quelli di un progressivo svuotamento delle funzioni della sezione distaccata, trasferite alla sede centrale (TIVOLI): si è cominciato con le esecuzioni immobiliari poi con quelle mobiliari e adesso, in occasione del trasferimento del Giudice Bonagura all’ufficio del Gip di Tivoli e in attesa del subentro della dott.ssa Coccoli attualmente in congedo per maternità invece di provvedere ad una supplenza si sono caricati i ruoli dei Giudici Onorari, Vitali e Fanelli e si sono trasferite le cause possessorie e cautelari alla sede centrale (TIVOLI).

3. Ciò si sostanzia in un disservizio dell’ufficio per tutte quelle occasioni in cui le parti o i testimoni sono tenute (o vogliono) comparire di persona (tentativi di conciliazioni, prove, dichiarazioni del terzo etc) ed in un insopportabile aggravio di oneri per i cittadini costretti a sobbarcarsi onerose e lunghissime trasferte (non esiste servizio pubblico trasporti diretto tra i Comuni del territorio e Tivoli !!)(bisogna arrivare a Roma e da li andare a Tivoli !!!) e per tale motivo la classe forense locale ha deliberato di avviare una serie di iniziative di protesta nei confronti delle autorità preposte e di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza e delle autorità politiche locali.

Ad Vocatus ” Associazione Forense

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *