• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!


Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Solidarietà agli addetti alle pulizie Asl in sciopero

MONTEROTONDO: Solidarietà agli addetti alle pulizie Asl in sciopero

Solidarietà  e sostegno concreto alle loro legittime rivendicazioni. E’ quanto manifestato dall’Amministrazione comunale di Monterotondo, rappresentata dal sindaco Alessandri e dal consigliere delegato alla Sanità Mauro Beccaceci, ai lavoratori addetti alle pulizie in tutto il distretto sanitario della Asl Rm/G in occasione dello sciopero di lunedì scorso.

Tuttora in stato d’agitazione, i lavoratori protestano per il mancato pagamento di stipendi e straordinari. Disagi all’ospedale SS Gonfalone ma, almeno per il momento, scongiurato il blocco dell’operatività di servizi essenziali come le sale operatorie. “E’ una situazione davvero pesante a cui occorre prontamente dare risposta – afferma il sindaco –  non è tollerabile che i lavoratori, le loro famiglie, gli operatori sanitari e gli utenti paghino sulla loro pelle vicissitudini burocratico-contabili”.

Se infatti il direttore generale della Asl ha formalmente comunicato ai sindacati l’avvenuto pagamento, da parte della Regione, di almeno una tranche di emolumenti alle società appaltatrici (di cui i lavoratori sono dipendenti) riunite in una associazione temporanea d’impresa, queste non hanno ancora provveduto al pagamento di quanto dovuto ai lavoratori giustificandosi con una “mancata ulteriore concessione di credito da parte degli Istituti bancari”.

“Da parte nostra – aggiunge il sindaco – assicuriamo tutto il sostegno possibile per la risoluzione dei problemi, mettendo in campo il  nostro ruolo istituzionale e coinvolgendo gli eletti in Regione. Contiamo che, quanto prima, siano saldate anche le restanti quote alle ditte appaltatrici. Ma, in ogni caso, riteniamo assolutamente prioritario il versamento di quanto dovuto ai lavoratori. Intere famiglie non possono restare senza fonte di reddito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *