• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / FONTE NUOVA: A Palazzo Valentini il convegno sui Parchi della Provincia di Roma

FONTE NUOVA: A Palazzo Valentini il convegno sui Parchi della Provincia di Roma

Il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, e l’assessore provinciale alle Politiche dell’Agricoltura, Caccia e Pesca, Aurelio Lo Fazio, sono intervenuti al convegno “I Parchi della Provincia di Roma: Parchi da vivere”. L’iniziativa organizzata a Palazzo Valentini rappresenta l’occasione per fare il punto sull’attività di promozione e valorizzazione delle Riserve Naturali che la Provincia di Roma gestisce e a cui sta dedicando particolare attenzione.

Sono in tutto cinque le Riserve Naturali di competenza dell’Amministrazione provinciale: il Parco di Monte Soratte (Sant’Oreste), il Parco Nomentum (Mentana e Fonte Nuova), il Parco di Monte Catillo (Tivoli), il Parco Macchia di Gattacieca e Macchia del Barco (Mentana, Monterotondo e Sant’Angelo Romano). A queste si aggiungono la Riserva Naturale di Villa Borghese di Nettuno (che però è di proprietà privata) e il Monumento Naturale Palude di Torre Flavia (Ladispoli e Cerveteri).

La Provincia di Roma sta lavorando a un progetto definitivo di rilancio che ha l’obiettivo di trasformare i parchi in luoghi all’aperto a disposizione dei cittadini di tutto il territorio. Il progetto prevede quindi, innanzi tutto, l’individuazione di un nuovo marchio “I Parchi della Provincia”, che accompagnerà e renderà ancora più visibile l’intero progetto.

La Provincia intende investire in questo settore quasi tre milioni di euro, di cui 1,2 milioni per il rifacimento della tabellazione dei Parchi, della segnaletica conoscitiva, di avvicinamento e di benvenuto, e per la realizzazione di interventi strutturali finalizzati alla creazione e/o al miglioramento di welcome area, percorsi sportivi, aree gioco, sentieri natura, aree attrezzate per i picnic.

Inoltre, saranno destinati 600mila euro per la navigabilità del Tevere nel tratto fra le riserve di Monte Soratte (di competenza della Provincia di Roma) e della “Riserva Nazzano-Tevere Farfa”; altri 600mila euro verranno utilizzati per il funzionamento dei Laboratori di Educazione Ambientale e infine 500mila euro per la piantumazione nell’ambito del protocollo Parchi per Kyoto.

Nei mesi scorsi il Consiglio provinciale ha approvato i piani di assetto di quattro delle 5 riserve naturali di competenza, l’ultimo – la Riserva naturale di Monte Catillo a Tivoli – sarà approvato nei prossimi giorni.

Sarà promosso anche un Bando per affidare a consorzi di associazioni un insieme di attività e servizi, tra cui la manutenzione e la pulizia dei sentieri natura e delle aree attrezzate dalla Provincia di Roma; l’organizzazione di eventi; le visite guidate e l’attività di promozione dei parchi; l’organizzazione di centri estivi, le attività sportive e/o legate al tempo libero e i percorsi eno-gastronomici. Laddove possibile d’intesa con i Comuni è prevista la realizzazione di punti ristoro.

Infine, ci sarà l’attivazione di una rete territoriale per il coinvolgimento di associazioni di volontari e comitati al fine di promuovere la partecipazione nella vita sociale all’interno dei parchi. All’interno dei parchi saranno installati delle postazioni Wi-Fi che avranno anche funzioni di sorveglianza e prevenzione degli incendi per una maggiore sicurezza degli utenti.

Il presidente Zingaretti ha firmato nei giorni scorsi le ordinanze di insediamento dei Comitati Istituzionali che avranno funzioni di indirizzo e controllo della gestione e saranno costituiti dal presidente della Provincia di Roma con funzioni di presidente del Comitato; dall’assessore provinciale alle Politiche dell’Agricoltura (che ha competenza per l’ambiente e la gestione delle Aree Protette) con funzioni di vice presidente e dai sindaci dei Comuni territorialmente interessati. Da oggi stesso la Consulta sarà a disposizione delle Associazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *