• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: APM approva il codice etico aziendale

MONTEROTONDO: APM approva il codice etico aziendale

Il Consiglio d’amministrazione di APM ha approvato, nella seduta del 17 febbraio, il codice etico aziendale, lo strumento normativo che definisce la missione, i valori e le regole che disciplinano l’azienda e le sue attività. “Si tratta – afferma il presidente del CdA Paolo Bracchi ” di uno strumento importante perché stabilisce i criteri di condotta interni ed esterni all’azienda e rende manifesta e trasparente l’azione di APM nei confronti di tutti i soggetti che con essa interagiscono”.

Prioritari, tra i principi fondamentali su cui APM fonda la sua attività, la soddisfazione dei clienti, l’efficienza nella prestazione dei servizi, la salvaguardia ambientale, la sicurezza degli ambienti di lavoro e la salute dei dipendenti. Il codice definisce poi gli obblighi, ispirati ai principi di massima correttezza, rigore professionale, collaborazione, lealtà e rispetto, che tutti i dipendenti devono scrupolosamente osservare, indipendentemente dalla posizione gerarchica occupata.  

“Il codice comprende quelle regole e quei principi d’etica sociale assolutamente inderogabili per una azienda pubblica qual è APM, così come quegli elementi di applicazione di modelli organizzativi, gestionali e di controllo che contribuiscono a migliorare tanto le condizioni di lavoro quanto la produttività”, prosegue il presidente che tiene poi a ringraziare i consiglieri Valentina Casamenti e Amedeo Giustini per il prezioso lavoro di revisione e controllo che ha consentito di ottimizzare la stesura e formulare un documento perfettamente in linea con gli obiettivi prefissati”.

“Saluto con soddisfazione ” afferma infine il sindaco Mauro Alessandri ” l’importante novità regolamentare introdotta da APM. Sono certo che l’adozione del codice etico, non a caso considerato una sorta di carta costituzionale dell’azienda, contribuirà decisamente a migliorare quella risorsa immateriale essenziale che è la buona reputazione di APM. Non solo verso l’esterno, quindi verso i cittadini-utenti, il Comune, gli altri enti di riferimento, i fornitori e i creditori ma anche all’interno della struttura aziendale. Cogliere l’obiettivo di innescare una maggiore consapevolezza e una più attiva partecipazione dei dipendenti alle dinamiche organizzative, gestionali e di controllo dell’azienda non mancherà di influire positivamente sulla qualità dei servizi resi, quindi sulla soddisfazione della cittadinanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *