• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!


Home / Rubriche / Stop al volantino selvaggio sui muri, multe salate

Stop al volantino selvaggio sui muri, multe salate

Stop al volantino selvaggio sui muri della città. Specie se il manifesto pubblicitario viene affisso sugli edifici del centro storico. Lo intima la Cassazione che promette multe salate per chi imbratta, a prescindere “dalla preesistente condizione estetica del muro”. In questo modo la Seconda sezione penale (sentenza 47184) ha convalidato la multa di 300 euro ciascuno per il reato punito dall’art. 639 c.p., con tanto di aggravante, nei confronti di tre venticinquenni milanesi, per avere affisso abusivamente, nel gennaio 2005, volantini che pubblicizzavano eventi musicali e cinematografici.
La multa era già stata inflitta ai tre giovani dal giudice di Pace di Milano, nell’aprile 2007.

Inutilmente la difesa dei tre ventenni ha fatto ricorso in Cassazione, facendo notare che la multa era stata inflitta senza considerare “lo stato antecedente dei luoghi” e che mancava la prova che l’immobile su cui erano stati affissi i volantini fosse compreso nel centro storico di Milano. Piazza Cavour ha dichiarato inammissibili i ricorsi e ha rilevato che “la condotta di ‘imbrattamento’ quale quella di affissione di volantini sul muro previa spennellatura di colla sullo stesso, prescinde dalla preesistente condizione estetica del muro stesso, perchè l’atto di imbrattare lede comunque l’interesse giuridicamente protetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *