• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Igiene ambientale: tariffe ridotte per le utenze non domestiche

MONTEROTONDO: Igiene ambientale: tariffe ridotte per le utenze non domestiche

Riequilibrare le tariffe d’igiene ambientale ’09 a quelle dell’anno scorso. E’ quanto si propone la Giunta comunale con l’approvazione della delibera, avvenuta martedì 1 dicembre, che introduce agevolazioni per tutte le utenze non domestiche. “Con questo atto deliberativo ” spiega il proponente, l’assessore alle Entrate Claudio Cacchioni ” intendiamo rimodulare gli aumenti verificatisi a seguito dell’approvazione del piano finanziario 2009 relativamente alla gestione del servizio di igiene urbana. In questo modo offriamo un sostegno concreto al sistema produttivo locale: tutte le attività commerciali, artigianali, industriali e professionali che stanno subendo gli  effetti della pesante crisi economica in corso”.

La riassunzione in house del servizio di riscossione della tariffa, causato dalla ben nota vicenda fallimentare della società partecipata “Nuova Era spa”, ha infatti imposto tempi e modalità di fatturazione che hanno determinato un diffuso ed erroneo incremento della TIA per le utenze non domestiche, oltre il valore medio previsto e comunque determinato da fattori (aumento del costo della discarica, del personale, del costo dei beni e dei servizi e via dicendo) estranei alla volontà dell’Amministrazione comunale.

La rettifica prevede quindi agevolazioni che si applicheranno progressivamente in funzione degli aumenti rilevati dalle utenze rispetto al corrispondente valore del 2008, da un minimo del 10% ad un massimo del 40%. Per rendere più snella la procedura di calcolo della tariffa rettificata, è stata predisposta un’apposita pagina web sul sito comunale: basta digitare, nell’apposito riquadro, il proprio “codice utente” per far apparire automaticamente l’importo complessivo della tariffa 2009 rettificata, il cui pagamento dovrà essere necessariamente effettuato, tramite bollettino postale, entro il 31 dicembre 2009. Chi avesse già effettuato pagamenti parziali, dovrà quindi indicare la cifra a saldo del nuovo importo rettificato.

“La delibera ” afferma il sindaco Mauro Alessandri ” ristabilisce un giusto equilibrio tra la perentorietà con la quale esigiamo i pagamenti e la necessità di applicare un significativo abbattimento della tariffa a carico delle imprese. Tengo a sottolineare che tutto l’iter propedeutico alla formulazione delle proposta deliberativa è stato illustrato in ogni sua tappa alle associazioni di categoria che rappresentano il tessuto produttivo locale, nel segno di una trasparenza, di un rispetto istituzionale e di uno spirito di collaborazione che caratterizzano fortemente la nostra azione politico-amministrativa”.

“Questa delibera ” aggiunge l’assessore Cacchioni ” è un atto dovuto alle realtà produttive ed il primo di una serie di interventi volti a riportare ad un giusto riequilibrio tra quanto corrisposto dagli operatori ed il servizio  fornito. Più in generale l’Amministrazione comunale sta riprendendo un confronto approfondito con tutte le categorie sociali, per cercare di dare nuovo slancio alla politiche di igiene ambientale. Oltre al problema del caro-tariffe emerge, infatti, anche quello della qualità del servizio, considerate le segnalazioni di disservizi che ricevo quasi quotidianamente”. Alcune delle quali poste a sproposito, come nel caso del mancato svuotamento dei cassonetti della raccolta differenziata di carta, vetro e plastica, servizio gestito da una società privata per conto della Provincia e non dall’Azienda pluriservizi comunale.  

“In ogni caso – conclude l’assessore – d’ora in poi la nostra attenzione non potrà che incentrarsi sul fronte della qualità del servizio, coerentemente con il nostro ruolo nei confronti dei cittadini e dei soggetti istituzionali coinvolti Lavoriamo da mesi a un deciso cambio di marcia. Ultimo obiettivo raggiunto in questo primo semestre di Consiliatura è l’ottenimento, anche grazie all’azione del consigliere provinciale Ruggeri, di un nuovo contributo dalla Provincia pari a 295mila euro. Utilizzeremo tali risorse per migliorare il servizio di raccolta differenziata porta a porta nella zona dello Scalo già da inizio anno, in attesa della sua estensione all’intero territorio comunale non appena verrà ultimata la fase di individuazione del nuovo soggetto gestore del servizio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *