• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!


Home / Blog / Territorio / Il Comune di Tivoli alla Marcia della Pace a Gerusalemme

Il Comune di Tivoli alla Marcia della Pace a Gerusalemme

“Sarebbe del tutto sbagliato ritenere che i conflitti e le guerre in Medio Oriente siano qualcosa di lontano dal nostro Paese. Non è solo una questione legata alla necessità di Pace tra due popoli che vivono nella stessa terra, quello Israeliano e quello Palestinese, che tutti noi auspichiamo per mettere fine alla sofferenza delle donne e degli uomini e dei bambini nati nella guerra e morti nella guerra. Ma se noi vogliamo che domani i nostri figli possano vivere in Pace nel nostro Paese dobbiamo fare oggi la nostra parte e assumerci le nostre responsabilità contribuendo a favorire la convivenza civile tra i popoli. Il conflitto tra Israele e Palestina e, più in generale, le conseguenze delle differenze culturali, ideologiche e religiose tra l’occidente e l’oriente del mondo sono molto più vicini a noi di quanto possiamo immaginare. Per questo l’Amministrazione comunale di Tivoli ha partecipato alla Marcia per la Pace Perugia Assisi che quest’anno si è svolta eccezionalmente a Gerusalemme”.

E’ il commento del Sindaco Giuseppe Baisi, appena rientrato a Tivoli da Betlemme dopo aver partecipato all’iniziativa “Time for responsabilities”, la missione per la pace in Medio Oriente organizzata dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, la Piattaforma delle Ong italiane per il Medio Oriente e la Tavola della pace.

Alla Marcia hanno partecipato 400 italiani, in rappresentanza di decine di Comuni ed enti locali, insieme con semplici cittadini, giovani, studenti e insegnanti, sportivi e artisti, giornalisti, rappresentanti di associazioni.

La settimana di Marcia si è svolta fra territori palestinesi e Israele passando tra l’altro per Betlemme, Hebron, Jenin, Nablus, Gaza, Nazareth, la Galilea, Gerico e Tel Aviv.

“Nelle prossime settimane l’Amministrazione comunale di Tivoli, in collaborazione con il Coordinamento nazionale degli Enti Locali per la Pace, organizzerà una serie di iniziative mirate in particolare all’informazione e alla sensibilizzazione sulla situazione del Medio Oriente – ha continuato il Sindaco Baisi -. Chiederemo la collaborazione degli istituti scolastici e delle associazioni del territorio per coinvolgere in particolare i bambini e i giovani. Tra i progetti in programma, abbiamo anche l’istituzione di un concorso per gli studenti simile a quello che abbiamo denominato il Viaggio della Memoria.

Ci associamo all’appello lanciato da tutti i partecipanti alla Marcia all’Italia e agli italiani, all’Europa e agli europei. Aprite gli occhi! Qui si sta consumando una grave tragedia umana. La Terra Santa è oggi una terra violenta e violentata, intrisa di ingiustizie e soprusi. Israeliani e palestinesi non ce la faranno da soli a ritrovare la via della pace. Questo è il tempo della disperazione che precede altra violenza. Solo l’intervento di un “terzo” attore potrà spezzare la spirale della guerra. Quel “terzo” siamo noi. Noi europei che abbiamo da saldare un immenso debito storico nei confronti di entrambi i popoli. Noi europei che abbiamo un grande interesse vitale a chiudere subito e positivamente questo conflitto prima che diventi impossibile.

Questo è il tempo delle nostre responsabilità. Il Governo italiano, il Parlamento, le forze politiche, il mondo dell’informazione, gli Enti Locali e la società civile: ciascuno deve fare la propria parte”.

Tra le richieste della Marcia per la Pace all’Italia e all’Europa ci sono l’impegno per favorire l’immediata riapertura della Striscia di Gaza; la condivisione della parole pronunciate all’ONU dal presidente Obama per operare coerentemente per favorire l’unità dei palestinesi e riportare tutte le parti al tavolo del negoziato finale; infine che il mondo dell’informazione racconti fino in fondo le ingiustizie e le sofferenze quotidiane di così tante persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *