• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Volley, primo mese di lavoro per Iannuzzi

MONTEROTONDO: Volley, primo mese di lavoro per Iannuzzi

È un cantiere aperto il Monterotondo Volley ma qualche mattone è già stato messo a terra. È molto soddisfatto il tecnico Pino Iannuzzi per quanto riguarda questo primo mese di lavoro. Con una squadra praticamente nuova composta per lo più da giovani di belle speranze, Iannuzzi ha avuto degli ottimi riscontri nelle gare amichevoli disputate fino ad ora.

“All’inizio abbiamo preferito affrontare due squadre di serie B2 perchè cominciavano prima il campionato. In questo modo, la differenza tecnica a nostro vantaggio è stata bilanciata da una maggiore prontezza atletica delle nostre avversarie. Voglio premettere, e non è retorica, che il risultato non mi interessa dato che il primo obiettivo è quello di amalgamare la squadra. Abbiamo offerto ottime prestazioni contro Labico e Frascati, vincendo in ambedue le occasioni, con soddisfazione mia e della la squadra. L’amichevole successiva è stata con il Sabaudia ” continua Iannuzzi ” per un impegno con una formazione di pari categoria. C’è stato un riscontro estremamente positivo, dato che la squadra ha giocato con maniera attenta, con lo spirito di confrontarsi contro un sestetto come il Sabaudia che ha elementi di spicco e che farà bene. Ne è venuto fuori un match spettacolare terminato 3-2 per noi. Sabato scorso, infine, abbiamo sostenuto un’amichevole contro Latina, compagine che punta alla vetta della classifica. Abbiamo perso per tre a uno ma giocando alla pari e vincendo anche il primo set. Saremo una squadra, se continuiamo così, che potrà dire la sua su ogni campo”.

A proposito di squadra, Iannuzzi è contento anche per il gruppo che si sta formando: “Le ragazze hanno una grande propensione al lavoro. Non si sono mai risparmiate. Ci troviamo a meno di un mese dall’inizio ma dato che ci alleniamo molto, spesso due volte al giorno, si è creato un gruppo solido, senza prime donne. Tutte sono pronte a dare una mano. Nel momento in cui abbiamo progettato questa squadra avevamo proprio questo in mente. Abbiamo dei limiti numerici ma stiamo lavorando per completare la rosa. Il gruppo è coeso e voglio inserire persone capaci ma che siano assolutamente compatibili con lo spirito della squadra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *