• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Rubriche / Solo la vera beneficenza gode di agevolazioni fiscali

Solo la vera beneficenza gode di agevolazioni fiscali

Le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, meglio note come fiscalmente come Onlus, che scelgono di erogare, in forma gratuita, somme di denaro a favore di enti anch’essi senza scopo di lucro possono usufruire del relativo regime fiscale agevolato. Lo precisa l’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 192/E, diffusa oggi, con la quale interviene sulla nozione di beneficenza, così come delineata dall’articolo 30 del decreto anticrisi (Dl 185/2008), rispondendo al quesito avanzato da una Onlus. In particolare, il documento spiega che, per far rientrare l’erogazione gratuita entro le attività di beneficenza, le somme che le Onlus decidono di destinare devono comunque provenire dalla gestione patrimoniale e da donazioni appositamente raccolte e dirette alla realizzazione di progetti di utilità sociale. Questa specifica destinazione delle erogazioni comporta sia la necessità della tracciabilità della donazione attraverso strumenti bancari o postali che evidenzino la particolare causa del versamento, sia l’esistenza non di un programma generico, ma di un progetto già definito nell’ambito del settore di attività dell’ente destinatario prima dell’effettuazione dell’erogazione. Tra le somme che le Onlus possono scegliere di erogare, conclude la risoluzione, rientrano, ferme restando le condizioni richieste, anche quelle derivanti dalla quota del 5 per mille, destinata dai contribuenti a finalità di interesse sociale, sempre che gli enti destinatari siano ricompresi tra i soggetti destinatari del 5 per mille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *