• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / La Galleria di Monte Ripoli diventa realtà

La Galleria di Monte Ripoli diventa realtà

Diventa realtà la realizzazione del Passante Est di Tivoli, un complesso di opere infrastrutturali che comprende la Galleria di Monte Ripoli dalla curva dei Regressi a largo Saragat e un nuovo ponte sull’Aniene fino alla località Crocetta. L’Amministrazione Comunale di Tivoli sta concludendo la procedura per la gara  relativa alla progettazione definitiva dell’opera, finanziata con 750mila euro, che sarà appaltata entro la fine dell’anno in corso.
La realizzazione del Passante Est è stata inoltre inserita nel Piano triennale delle opere pubbliche dalla Provincia di Roma, che si è impegnata a finanziare una parte dell’intervento. La Regione Lazio poi, nella manovra di assestamento di bilancio approvata ad agosto 2009, ha stanziato un finanziamento di 20 milioni di euro destinati alla realizzazione del’opera.
“Ringraziamo i Presidenti Piero Marrazzo e Nicola Zingaretti insieme con la Giunta e il Consiglio della Regione Lazio e della Provincia di Roma, per la grande attenzione dimostrata alle necessità della comunità di Tivoli ” ha commentato il Sindaco Giuseppe Baisi -. La realizzazione del Passante Est è uno degli obiettivi di rilevanza strategica per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini dell’intero territorio, con importanti riflessi positivi sullo sviluppo turistico ed economico della nostra città e sulla tutela dell’ambiente”.
L’opera comprende il bypass della Tiburtina con la Galleria di Monte Ripoli tra la curva dei Regressi e piazzale Saragat, oltre a una nuova viabilità di collegamento con via Valeria con un ponte per lo scavalco del fiume Aniene. L’intervento prevede la realizzazione di una strada con due corsie affiancate, una per senso di marcia; di un tracciato di 1466 metri  dalla curva dei Regressi a piazzale Saragat, di cui 1225 metri in galleria naturale, 75 metri in galleria artificiale sotto Monte Ripoli e 166 metri in superficie, con la costruzione di una galleria secondaria di servizio e per i mezzi di emergenza e la realizzazione di una rotatoria in corrispondenza dell’imbocco della galleria; la riqualificazione di piazza Saragat, con un nuovo capolinea dei pullman, una passerella di attraversamento pedonale e la riorganizzazione con sistema di rotatorie dell’intera viabilità esistente; la costruzione di una nuova strada e di un nuovo ponte sull’Aniene, per collegare piazza Saragat e via Valeria.
“Senza dubbio questo intervento, il più importante nella storia recente della nostra città, porterà grandi benefici ” ha aggiunto il primo cittadino -. Dal progetto preliminare è emerso che il centro cittadino è attraversato ogni giorno da più di 50mila veicoli, come lungo un’autostrada di medio flusso, per oltre il 60 per cento rappresentato da traffico di attraversamento comunale ed extracomunale. La realizzazione della galleria e della nuova viabilità permetterà di ridurre del 90 per cento il traffico di attraversamento extracomunale e del 60 quello di attraversamento comunale, con una riduzione complessiva del traffico in centro città di circa il 40 per cento. Per quel che riguarda i benefici di carattere ambientale, l’opera permetterà di abbattere del 40 per cento le emissioni di PM10 (anidride carbonica, ossidi di zolfo e particolato) e di ridurre del 30 per cento l’inquinamento acustico. La drastica diminuzione dei flussi veicolari nel centro cittadino consentirà inoltre di ridurre i tempi di percorrenza per gli automobilisti, risolvendo in modo definitivo i nodi critici lungo le principali direttrici, cioè piazza Garibaldi, viale Nazioni Unite, viale Tomei, largo San Giovanni e via Empolitana. Una volta terminata la progettazione definitiva, con i fondi già stanziati dalla Regione possiamo prevedere tra circa due anni l’apertura dei cantieri, partendo dal primo stralcio relativo alla costruzione della galleria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *