• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Il Monte batte l’Ariccia e vola in finale

MONTEROTONDO: Il Monte batte l’Ariccia e vola in finale

Il Monterotondo vola in finale dove incontrerà il suo incubo peggiore, ovvero quell’Arvalia che in campionato ha battuto i gialloblù sempre per tre a zero. La squadra di Savino Guglielmi ha vinto anche la gara di ritorno contro l’Ariccia (24/26, 25/15, 10/25, 18/25 i parziali) accedendo così alla fase finale dei play off promozione per salire in serie B2. Un tre a uno sicuramente sofferto nei primi due set durante i quali gli eretini hanno sofferto il fattore campo forse più del previsto. Nel terzo e quarto parziale il Monterotondo ha poi fatto la differenza soprattutto grazie alla battuta ed al muro, con Iezzi e Martinoia protagonisti principali. Dopo l’agevole tre a zero maturato nel match d’andata, tutti si aspettavano una reazione dell’Ariccia al Pala Kilgur. I ragazzi di Lequaglie hanno cercato di spingere forte sull’acceleratore per sorprendere gli avversari ma, dopo aver perso il primo set grazie ad un recupero nel finale del Monterotondo, l’Ariccia si è spenta dopo la vittoria del secondo parziale, cedendo quindi il passo alla squadra che ha dimostrato maggiore continuità ed incisività. Spinto da una cinquantina di tifosi che hanno seguito i gialloblù anche in trasferta, il Monterotondo si è quindi guadagnato la possibilità di giocarsi il tutto per tutto con l’Arvalia, formazione che, per forza di cose, parte con i favori del pronostico. Gli eretini stanno attraversando un buon momento di forma, sintomo che la preparazione atletica sta dando i frutti sperati. Al Palazzetto dello Sport, sabato 30 maggio alle 18:30, ci sarà, ancora una volta, il pubblico delle grandi occasioni: “Non abbiamo veramente nulla da perdere ” afferma il libero Fabio Bonaccorso ” in campionato siamo stati sempre battuti dall’Arvalia. Ora però siamo nei play off e, per questo, dovremo scendere in campo senza fare calcoli, vogliosi solo di vincere. Sono convinto che questa squadra possa compiere il miracolo soprattutto grazie alla spinta che ci stanno dando i tifosi, veramente encomiabili.” Come al solito, la serie si giocherà al meglio delle tre gare. Il ritorno si giocherà sette giorni dopo a San Paolo, all’interno dei “palloni” che saranno sicuramente invasi dai supporters gialloblù a prescindere dal risultato della gara d’andata e nonostante non ci siano spalti o posti a sedere. “Non pensavo di trovare un clima del genere ” afferma Martinoia, decisivo in gara due con l’Ariccia ” gioco con questa maglia da tempo ma è la prima volta che vedo un calore del genere da parte dei tifosi. Ci sentiamo ulteriormente responsabilizzati anche se siamo consapevoli che non sarà facile battere l’Arvalia. Noi stiamo bene fisicamente ed abbiamo tutte le carte in regola per fare il salto di categoria: non abbiamo paura di nessuno.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *