• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / TIVOLI: Polo Tiburtino, interviene il Sindaco

TIVOLI: Polo Tiburtino, interviene il Sindaco

“Abbiamo appreso con grande rammarico che oggi avrà luogo a Roma la presentazione ufficiale del progetto relativo al Polo Tiburtino, occasione nella quale gli organizzatori non hanno previsto la presenza di alcun rappresentante dell’Amministrazione Comunale né della Città di Tivoli”.

E’ quanto ha scritto il Sindaco di Tivoli Giuseppe Baisi in una lettera inviata oggi tra gli altri al sottosegretario ai beni culturali Francesco Giro in merito all’incontro organizzato per domani per la presentazione del progetto del circuito museale della città tiburtina.
“Riteniamo preferibile ” ha scritto il primo cittadino – un metodo di lavoro e di progettazione che coinvolga la città, il territorio, gli abitanti, che li renda partecipi di quanto le istituzioni si adoperino per favorire lo sviluppo e per migliorare la qualità della vita. Consideriamo una condizione fondamentale e imprescindibile la partecipazione attiva e il coinvolgimento in tali processi dell’Amministrazione Comunale, del soggetto istituzionale che rappresenta direttamente il territorio, le sue aspirazioni, le sue vocazioni, i suoi bisogni espressi e non, e che ne tutela gli interessi legittimi. La sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro è stato soltanto un primo passo verso la progettazione di interventi volti a favorire lo sviluppo economico, sociale e culturale di questo territorio, ma l’esclusione della città dai processi successivi e dai momenti di confronto e di pianificazione degli interventi ci appare quanto meno inopportuna all’interno di un rapporto di collaborazione tra Istituzioni che deve ispirarsi ai contenuti dell’interesse generale nel reciproco rispetto dei ruoli e delle competenze”.
Il Sindaco Baisi, nella stessa lettera, ha chiarito nel merito i motivi del fatto che finora non si sia trovata ancora una intesa sul biglietto unico e sulla gestione integrata dei beni culturali: “Il motivo è l’assenza di un documento o ipotesi di lavoro che potesse consentire a questa Amministrazione di esprimere una valutazione sulla base di elementi concreti e incontrovertibili. Ribadiamo la nostra disponibilità ad un confronto sulla gestione integrata dei beni culturali, attraverso l’elaborazione condivisa di un progetto in cui emergano con chiarezza gli aspetti gestionali per verificarne la compatibilità con le finalità e gli obiettivi dell’Ente”.
“Auspichiamo pertanto ” ha concluso Baisi – un incontro chiarificatore che si concluda con l’inserimento della Rocca Pia nel circuito e con una soluzione che tenendo conto delle esigenze della città ne tuteli gli interessi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *