• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!


Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Rescoconto 9° giornata girone di ritorno

MONTEROTONDO: Rescoconto 9° giornata girone di ritorno

B1 f gic C: Anche la matematica sorride al Monterotondo

Monterotondo Volley ” Ecomet Marsciano 3-2

21-25; 13-25; 25-22; 25:20; 15-10

Monterotondo Volley: Momoli 10, Munafò (L), Angelozzi 5, Bravetti, Floro 9, Safronova 24, Di Paolo, Biondi 5, Tribuzi 11, Principe 7, Fontanella ne. All Rosati

Ecomet Marsciano: Tiberi, Guerreschi ne, Gagliardi, Venturi 6, Cavalagli (L), De Chiara ne, Testasecca 7, Orazi 17, Grassini 3, Pittavini ne, Gennari 23, Ubertini 14. All Ricci

Arbitri: 1° Sergio Avallone, 2° Matteo Talento

Un Marsciano coriaceo e compatto come non mai soccombe al tie break con il Monterotondo Volley, bravo a rimontare in svantaggio di due set. La formazione gialloblù, grazie a questa vittoria, si assicura matematicamente la permanenza nella categoria dopo un campionato difficile ma che sta infine riservando enormi soddisfazioni. Rosati si affida al solito sestetto delle ultime partite con Angelozzi e Momoli martelli, Principe e Floro al centro e con la diagonale palleggiatore ” opposto composta da Biondi e Safronova. Confermato, inoltre, il libero Munafò. Il Marsciano scende in campo con la giusta cattiveria. Grazie ad una serie di difese importanti, la formazione ospite stacca le gialloblù 1-5 costringendo Rosati a fermare il gioco. Il Monterotondo cerca di rifarsi sotto in diverse occasioni trovando però la puntuale reazione del Marsciano che ribatte colpo su colpo. Gli scambi risultano essere molto lunghi e combattuti segno che vincerà la gara chi sbaglierà di meno. Con la perfetta fast di Principe, il match torna in parità: 12-12. Le ragazze di Ricci rimettono la testa in avanti arrivando al secondo time out tecnico avanti 13-16 per poi allungare ulteriormente sul 16-21 grazie all’attacco da zona sei di Ubertini. Il set lo chiude un preciso diagonale di Ubertini che fissa il punteggio sul 21-25. Da sottolineare la grande prova di Michela Gennari, sicuramente la migliore in casa Marsciano. Il secondo set si apre sulla falsa riga del primo ovvero con il Marsciano nuovamente avanti 1-5. Sul 4-9, Rosati mette in campo Di Paolo al posto di Biondi per cercare di sbloccare la manovra gialloblù. Niente da fare perchè il Monterotondo sembra non essere sceso in campo e le ospiti dilagano: 6-16 al secondo time out tecnico. Il parziale si chiude con il primo tempo vincente di Testasecca: 13-25. Nel terzo set Rosati decide di dare spazio dall’inizio a Tribuzi al posto di Momoli e di far tornare in campo Biondi. Le cose sembrano andare da subito meglio perché questa volta è il Monterotondo a partire convinto portandosi sul 3-0. Le gialloblù sono più ordinate in difesa diventando così efficaci in contro attacco. Al primo time out tecnico Floro e compagne conducono 8-4 grazie alla precisa diagonale di Tribuzi. Il Monterotondo però sbaglia troppo sia in battuta che in attacco permettendo così alle avversarie di riavvicinarsi fino sul 12-10 grazie al muro di Venturi su Safronova la quale, subito, mette a terra un chirurgico pallonetto. Sbaglia anche la Gennari e la eretine riprovano l’allungo: 15-11. Niente da fare però, il Marsciano vuole chiudere l’incontro e la Gennari firma il pareggio sul 15-15 ma è di Tribuzi il punto che manda tutte la secondo time out tecnico. Floro mura Ubertini ed il Monterotondo tenta un nuovo strappo grazie anche alle bordate da seconda linea di Safronova: 20-16. La russa è l’unica, nella parte finale del parziale, capace di mettere palla a terra e Biondi si affida a lei con continuità. Sul 24-22, Principe si ritrova a costruire per Tribuzi che chiude il set con un mani e out: 25-22. Nel quarto parziale Biondi continua ad affidarsi a Safronova ma tocca proprio alla palleggiatrice murare Gennari per il pareggio sull’11-11. Il Marsciano, sul 12-12, commette due errori consecutivi in attacco ma Orazi spezza il trend positivo delle locali. Il set è avvincente e le due squadre giocano punto a punto ma il Monterotondo riesce a conquistare un piccolo break arrivando sul 18-17 poi annullato dall’errore in attacco di Momoli: 19-19 e time out per Rosati. Sul 20-20, Tribuzi riporta le sue compagne in vantaggio prima dall’ace di Safronova: 22-20. Ricci chiama time out ma, al ritorno in campo, Floro firma prima il ventitreesimo punto e poi, con il muro, regala il primo set point al Monte: il parziale lo chiude sul 25-20 Biondi con un attacco di prima intenzione. Nel tie break sale in cattedra la giovane Tribuzi che da zona quattro diventa inarrestabile. Sul 7-5, Tribuzi effettua una grande difesa e la Momoli, da posizione impossibile, mette a terra l’ottavo punto. Il Monterotondo prende definitivamente il sopravvento chiudendo il match 15-10 e festeggiando la matematica permanenza nel campionato di serie B1.

C m gir A: Il Monterotondo vince senza problemi.

Monterotondo ” Monteporzio 3-0

25-23; 25-21; 25-15

Il Monterotondo supera agevolmente il Monteporzio consolidando il terzo posto in classifica. La formazione gialloblù ha disputato un buon match, trascinata da Carchedi e Bonaccorso in attacco e dal libero Plinio, reattivo come non mai specialmente in difesa e nelle coperture. Il match è combattuto punto a punto nella prima fase ma sul 12-12 il Monterotondo tenta un allungo portandosi avanti 14-12 grazie al muro di Cesarini su Bernabè il quale, subito dopo, riporta il parziale in parità. L’opposto del Monteporzio è scatenato, passa con facilità il muro locale firmando un nuovo vantaggio: 15-16. Cesarini e compagni non ci stanno e, di fronte al caldo pubblico di casa, rimettono la testa avanti: 18-16 e time out per il Monteporzio. I gialloblù mantengono il distacco fino all’ultimo e chiudono con Carchedi 25-23. Nel secondo set il Monterotondo sembra abbia definitivamente preso le misure agli ospiti che trovano molte più difficoltà rispetto al primo parziale nella fase di cambio palla. Sul 15-12, Cesarini firma un importante ace lanciando la fuga dei suoi. Carchedi ha il braccio caldo e con una cannonata “abbatte” De Stefanis per il 18-14. Il quale, però, si vendica poco dopo murando l’opposto eretino: 20-18. Ancora De Stefanis protagonista, bravo a murare anche Iezzi e l’ace di Chimenti completa il pareggio sul 21-21. Guglielmi chiama time out inducendo Chimenti all’errore proprio dalla linea dei nove metri. Carchedi regala il primo set point al Monterotondo che viene concretizzato dall’attacco out di Bernabè: 25-21. Nel terzo set, come nel finale del secondo, Guglielmi mette in campo Lazzarini in regia. Il Monterotondo stacca subito gli avversari sul 6-2. I locali spingono sull’acceleratore. Bonaccorso, tra i più efficaci insieme a Carchedi in attacco, firma l’11-3 mettendo una seria ipoteca sul finale del set. Carchedi riesce a fare la differenza anche dalla linea dei nove metri: il suo ace vale il 14-3. Entra in campo Martinoia che mura immediatamente Mancini. La gara scorre via senza sussulti ulteriori: tocca, neanche a farlo apposta, a Bonaccorso chiudere match e parziale sul 25-15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *